Con CoopVoce Sostieni la Solidarietà

Scarica e consulta il codice di autoregolamentazione per la gestione delle numerazioni utilizzate per le raccolte fondi telefoniche per fini benefici di utilità sociale
(redatto ai sensi dell’art. 22, comma 7, dell’allegato A alla delibera n. 8/15/CIR e s.m.i. come integrato dalla delibera n. 17/17/CIR)


In Congo migliaia di bambini sono vittime di abbandono, povertà, violenze o abusi. Insieme a te possiamo prenderci cura di tanti bambini e ragazzi soli, accogliendoli nella grande famiglia Amore e Libertà. Avranno per sempre una mamma e un papà che gli vuole bene, potranno andare a scuola e costruirsi un futuro.
AIUTACI A SALVARE UN BAMBINO è il nome del nostro progetto.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dal 13 al 31 ottobre.



Con la raccolta si intende finanziare i seguenti programmi:
1) MEET US: primi consulti gratuiti nelle città di Roma, Milano, Perugia e Bari, con uno psicoterapeuta del NEVER GIVE UP Team. NEVER GIVE UP si impegna ad offrire un appuntamento entro 14 giorni dalla ricezione della richiesta.
2) SOS MAIL: servizio di help mail, con risposta entro 24 ore dalla ricezione mail su sos@never-give-up.it , rivolto ad adolescenti, giovani adulti e a persone a loro vicine.
3) NEVER GIVE UP EXPERIENCE: programma itinerante di sensibilizzazione, ascolto e supporto che ha l'obiettivo di creare consapevolezza, supportare gli adolescenti e i giovani adulti che hanno problemi con il cibo, peso e immagine corporea (e le persone a loro vicine) ad abbattere le barriere e chiedere il supporto gratuito e in loco, di uno psicoterapeuta del NEVER GIVE UP Team.
4) NEVER GIVE UP LAB: programmi di educazione sensoriale, relazionale ed emozionale al cibo, rivolti a genitori, bambini e insegnanti delle scuole primarie.
5) NEVER GIVE UP TED-Ed CLUB: ciclo di laboratori realizzato su licenza TED (www.ted.com) dedicato ai ragazzi tra i 12 e 18 anni, creato per permettere loro di comunicare le proprie idee e condividerle sul tema del cibo, peso e immagine corporea (https://ed.ted.com).

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dal 13 al 27 ottobre.



La campagna di raccolta fondi promossa da Airett ha come obiettivo il finanziamento di un progetto di ricerca sulla Sindrome di Rett, che mira a utilizzare la realtà virtuale e aumentata a fini riabilitativi. In particolare, con i fondi raccolti attraverso la campagna con numerazione solidale, verranno acquistati ausili tecnologici (software, strumenti e materiali utili alla riabilitazione) così da migliorare le capacità motorie e cognitive delle bambine affette dalla Sindrome di Rett e promuovere esperienze emotive positive. Le bimbe saranno seguite da terapisti specializzati che le supporteranno nell’utilizzo di queste tecnologie.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dal 12 al 20 ottobre.



Il progetto contribuisce alla manutenzione e conservazione ordinaria dei Beni Naturali (parchi e giardini storici, aree naturalistiche e rurali protette) e dei Beni Monumentali del FAI su tutto il territorio italiano, affinchè possano essere salvaguardati e rimanere regolarmente aperti al pubblico tutto l'anno al servizio della collettività.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dal 7 al 27 ottobre.



Dal 2014 L’Albero della Vita opera, attraverso il Programma Nazionale Varcare la Soglia, per contrastare gli effetti sui bambini della povertà economica e relazionale delle famiglie nelle periferie di alcune principali città italiane. In Italia, infatti, un bambino su otto vive in condizioni di povertà assoluta, secondo l’ultimo rapporto Istat “La povertà in Italia 2017” di luglio 2018. L’Albero della Vita interviene in modo concreto per aiutare le famiglie in difficoltà economica a superare il momento difficile e ricostruirsi una vita nuova e felice.
Obiettivo della campagna è l’ampliamento della sede progettuale di Palermo. Ricordiamo che la Sicilia è la regione con il più alto tasso di persone a rischio povertà in Europa: il 41,8%.
Con il nostro intervento di contrasto alla povertà, che si basa sulla riattivazione delle proprie competenze, abbiamo già aiutato oltre 2000 persone a uscire dalla povertà (520 famiglie con 1133 adulti e 967 minori).

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dal 6 al 19 ottobre.



Nel 2020 al Policlinico Universitario Campus Bio-Medico aprirà il nuovo Dipartimento di Emergenza e Accettazione (DEA) di I livello, che amplierà la rete dell'Emergenza nel quadrante Sud-Ovest di Roma, completando l'offerta assistenziale della struttura e accrescendone il radicamento territoriale. Il nuovo Pronto Soccorso è al centro di un bacino potenziale di circa 300mila residenti e si stima possa avere 45mila accessi annui. Con il DEA di I livello il Policlinico passa da ospedale prevalentemente di elezione a struttura in grado di gestire le emergenze. Si insedia in una zona di Roma poco servita da strutture di Pronto Soccorso; pertanto il progetto risponde alla domanda di cura del bacino territoriale in cui UCBM opera. Farà riferimento alla ASL Roma 2 (1,3 milioni di residenti) ed in particolare servirà parte del IX Municipio di Roma integrando l'offerta nella rete dell'emergenza sul territorio.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dall'1 ottobre al 31 dicembre.



Il progetto dell'Istituto dei tumori e dei trapianti Bambino Gesù consiste nel creare un Istituto pediatrico dei tumori e dei trapianti che consentirà di avere spazi adeguati per i reparti di degenza ordinaria e diurna, inclusa l’area intensiva, le sale operatorie, i servizi diagnostici con dotazione di apparecchiature di ultima generazione, i percorsi in urgenza, la preparazione dei farmaci, la ricerca, la formazione, le famiglie, il gioco e lo studio. L’Istituto pediatrico dei tumori e dei trapianti sarà dedicato alle cure dei bambini e degli adolescenti con leucemie, linfomi, tumori di organi solidi, malattie ematologiche non neoplastiche, trapianti di cellule staminali emopoietiche e di organi solidi.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dall'1 maggio al 31 dicembre.



La Fondazione ONLUS, promossa e istituita dalla Società Italiana di Chirurgia Cardiaca (SICCH) vuole stimolare, sviluppare e coordinare progetti di ricerca scientifica ed educazionali e valutare l'efficacia e il rapporto costo/beneficio delle terapie per patologie cardiovascolari.
Con il tema della campagna Per il mio Cuore Domani vogliamo che un gesto diventi virale, gesto che è stato riproposto già da molti testimonial (il battito della mano destra sul petto).
Con la campagna Salviamo ogni battito auspichiamo veramente di "Salvare ogni battito". Le malattie cardiovascolari non hanno un cuore perché colpiscono all’improvviso chiunque e fanno male al cuore dell’ammalato e di tutta la sua famiglia.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dal 16 marzo al 31 dicembre.



Il progetto di UNICEF intende sostenere la protezione dei bambini e le cure prenatali e postnatali in 10 paesi dove la povertà estrema causa gravi carenze nelle infrastrutture mediche e la mortalità per cause neonatali è tra le più alte al mondo. I 10 paesi destinatari della campagna sono: Bangladesh, Etiopia, Guinea Bissau, India, Indonesia, Malawi, Mali, Nigeria, Pakistan e Tanzania.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dal 14 gennaio al 31 dicembre.



Progetto Gold for Kids: In Italia, sono poco più di 2.000 i bambini (fino ai 14 anni) e gli adolescenti (tra i 15 e i 19 anni) che ogni anno si ammalano di tumore. Con il progetto a favore dell’oncologia pediatrica e degli adolescenti, Fondazione Umberto Veronesi e A.I.E.O.P. (Associazione Italiana di Ematologia e Oncologia Pediatrica) continuano la collaborazione per promuovere la ricerca scientifica e sostenere i costi di gestione e avviamento dei protocolli di cura per i tumori infantili per questi bambini e ragazzi. I protocolli di cura forniscono le linee guida operative per prendere in carico e curare ciascun paziente, secondo gli standard internazionali più elevati ed innovativi, garantendo così le migliori possibilità di guarigione. In particolare, Fondazione Umberto Veronesi si pone l’obiettivo di aprire un protocollo di cura per la leucemia linfoblastica acuta. Questa neoplasia rappresenta il 75% dei casi di leucemia infantile e colpisce in Italia circa 350-400 bambini, soprattutto in età compresa tra i 2 e i 5 anni.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dal 4 febbraio al 31 dicembre.



Nel 2019 Dynamo Camp incrementerà ulteriormente il numero di bambini gratuitamente accolti con patologie molto gravi. L’accoglienza di nuove patologie gravi, l’integrazione di differenti patologie nell’ambito dello stesso programma, l’incremento e la gestione della complessità sono sempre maggiori e fanno parte dello sviluppo strategico di Dynamo Camp, che ha l’obiettivo di dare risposta anche ai bisogni più complessi e di inclusione anche delle più difficili necessità. Le azioni di call to action con numero solidale permanente si prefiggono nello specifico di accogliere gratuitamente a Dynamo Camp 450 bambini e ragazzi con patologie gravi e croniche, durante 11 programmi nel corso del 2019.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dall'1 gennaio al 31 dicembre.



Mediafriends promuove 4 progetti a favore dell'infanzia in Italia e nel Mondo. Tali progetti prevedono di aiutare e sostenere i bambini poveri, malati, senza istruzione o che hanno subito violenza dando loro l'opportunità e la speranza di una vita degna; inoltre si vuole promuovere la giustizia, la pace, lo sviluppo della cooperazione internazionale, la tutela dei diritti, la solidarietà sociale. Mediafriends andrà a sostenere anche le ONLUS Missione Bambini, Sant'Egidio e AMREF.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dall'1 gennaio al 31 dicembre.



Sostegno al Programma Internazionale di Oncologia Pediatrica di Soleterre. In Uganda, Costa D'Avorio, Marocco, Ucraina e Italia Soleterre interviene con il proprio staff operativo in case di accoglienza e all'interno di reparti di oncologia pediatrica. La messa in rete di ospedali del nord e del sud del mondo permette la condivisione della ricerca scientifica, dei protocolli terapeutici e della pratica clinica. L'obiettivo è innalzare i tassi di sopravvivenza dei bambini malati di tumore. I tempi di realizzazione sono di un anno solare.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dall'1 gennaio al 31 dicembre.



La costituzione della nostra Onlus nasce dalla volontà dei fondatori di dar seguito alla missione terrena di Padre Pio “Dare sollievo alle sofferenze, nel corpo e nello spirito dell’essere umano”, senza distinzione alcuna, di sesso, di razza, di credo e di orientamento politico. Per il 2018 abbiamo in cantiere i i seguenti progetti: 1)”Obiettivo Italia”: è un progetto di sviluppo, di reimpostazione e ampliamento della nostra struttura di “Sostegno Sociale” per minori, anziani e in generale per la fascia medio-bassa della popolazione in Italia. 2)“Padre Pio Social Aide 2018”: raccolta fondi destinata alla copertura dei costi dei progetti di sostegno ed innovazione delle nostre strutture in Costa D’Avorio. Le nostre strutture, tutte di utilità sociale rivolte ai minori, non beneficiano di alcuna sovvenzione e/o convenzione con lo stato della Costa D’Avorio. Di conseguenza, tutti i costi di gestione ordinaria e straordinaria delle strutture sono a nostro completo carico. 3)”Centro Sollievo della Sofferenza”: Il progetto prevede la creazione di un Centro Medico Polifunzionale in grado di ospitare le differenti equipe mediche provenienti dall’Italia che, nelle settimane programmate, offriranno gratuitamente i loro servizi ai bambini della Costa D’Avorio.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dall'1 gennaio al 31 dicembre.



La sclerosi multipla (SM) è una malattia cronica invalidante che colpisce il sistema nervoso centrale di giovani adulti, interrompendo il flusso di informazioni all'interno del cervello e del corpo. Circa il 15% delle persone cui viene diagnosticata la SM sviluppa fin dall’inizio la forma primariamente progressiva (SM – PP), mentre una buona percentuale di persone con una forma di SM a ricadute dopo un periodo variabile sviluppa la forma progressiva (SM secondariamente progressiva SMSP). In queste forme, ogni giorno la progressione della malattia può privare le persone di qualcosa: visione, capacità cognitive, mobilità, capacità di lavorare e indipendenza personale. Più di 2,3 milioni di persone nel mondo attualmente convivono con la malattia; oltre 1 milione di persone hanno una forma progressiva di SM. Nonostante i progressi sostanziali nei trattamenti che possono influenzare il decorso delle forme di malattia con ricadute, per le persone con sclerosi multipla progressiva primaria o secondaria mancano trattamenti efficaci. Per questo motivo molti dei progetti che annualmente AISM, attraverso la sua Fondazione FISM, finanzia sia con il bando annuale sia con i Progetti Speciali, sono dedicati alla ricerca di base e alla ricerca clinica sulle forme progressive. Questi i progetti che andremo a finanziare: - STEMS Trapianto di cellule staminali neurali in pazienti affetti da sclerosi multipla - studio di fase I - Progetto PMSA Alliance (collaborazione a livello mondiale focalizzata sulla ricerca per le forme progressive di SM) - Approccio bioinformatico e riprogrammazione cellulare per sviluppare una piattaforma in vitro per scoprire nuovi farmaci per la SM progressiva(BRAVE in MS)" - Ruolo di Jab1 e della senescenza nella patogenesi delle forme progressive di Sclerosi Multipla in un modello animale - La connettività funzionale dinamica nella sclerosi multipla progressiva: nuovi approcci e rilevanza clinica.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dall'1 gennaio al 31 dicembre.



Progetto Meyer+. Il Meyer diventa più grande, più grande per i più piccoli. Come accade per i bambini anche il Meyer cresce e diventa più grande, per offrire cure ancora più efficaci, creare innovazione per la ricerca, ampliare spazi e strutture per un'accoglienza a 360 gradi. Lo sviluppo del Meyer dei prossimi anni riguarderà tre aree distinte ma interdipendenti: l’Ospedale, il Meyer Health Campus e il Parco della Salute. Meyer+ è l’insieme di queste tre aree a cui si legano le funzioni di cura e accoglienza, della formazione e ricerca e delle attività specialistiche ambulatoriali.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dall'1 gennaio al 31 dicembre.



AIRC è oggi il principale finanziatore privato della ricerca sul cancro in Italia, grazie alla fiducia di 4,5 milioni di sostenitori. In poco più di 50 anni, insieme alla sua fondazione FIRC, ha distribuito oltre 1 miliardo e trecento milioni di euro per il finanziamento della ricerca oncologica. Nel solo 2018 ha messo a disposizione della comunità scientifica italiana oltre 118 milioni di euro per sostenere 584 progetti di ricerca, 66 borse di studio e altri programmi speciali. Circa 5.000 ricercatori - un vero e proprio esercito di scienziati composto per il 63% da donne e per il 54% da under 40 - stanno così lavorando per rendere il cancro sempre più curabile, in laboratori di università, ospedali e istituzioni in tutta Italia, prevalentemente in strutture pubbliche, con un beneficio tangibile per i sistemi della ricerca e della sanità del nostro Paese. Nel corso dell’anno AIRC promuoverà alcune campagne per raccogliere fondi per la ricerca oncologica italiana, in particolare Le Arance della salute a gennaio per promuovere i corretti stili di vita, l’Azalea della Ricerca a maggio finalizzata a finanziare la ricerca sui tumori femminili e I Giorni della Ricerca di novembre volta al sostegno dei giovani ricercatori.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dall'1 gennaio al 31 dicembre.



L'iniziativa Con il Cuore prevede il sostentamento dei seguenti progetti:

Progetto 1

Polo Caritativo Umbria, un centro di sostegno per giovani e famiglie in difficoltà.

Progetto 2

Scuola Media in Indonesia, un polo educativo per i giovani in difficoltà in Indonesia. La zona è particolamente isolata e ha bisogno di un luogo  dove i giovani possano crescere.

Progetto 3 

Centro riabilitativo mamme sole e centro educativo in Bangui (Repubblica Centrafrica), una scuola e un luogo dove le mamme sole possano imparare un mestiere ed essere autosufficienti.

Progetto 4

Centro polivalente ed educativo con collegio per i giovani in Madagascar. In una zona particolarmente disagiata economicamente la creazione di questa scuola potrebbe dare un futuro agli adulti di domani ed essere indipendenti.

Progetto 5

Polo sanitario per i poveri. Frangilla è un quartiere particolarmente povero dove le malattie infettive sono molto diffuse. Con questo centro si vuole educare la popolazione e dare soccorso sanitario.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dall'1 gennaio al 31 dicembre.



Insieme a Fondazione Telethon, per la cura delle malattie genetiche rare. Attività per raccogliere fondi a favore della migliore ricerca italiana sulle malattie genetiche rare, offrendo la speranza di una cura alle persone con queste patologie. A causa della loro rarità, queste malattie sono perlopiù prive di terapie efficaci, perché trascurate dai grandi investimenti pubblici e privati in ricerca biomedica. Dal 1990, grazie al sostegno dei donatori, Fondazione Telethon ha investito oltre 497 milioni di euro per finanziare più di 2.600 attività e progetti di ricerca sulle malattie genetiche rare. I due istituti della Fondazione, Tigem di Pozzuoli (NA) e SR-Tiget di Milano, sono riconosciuti quali eccellenze internazionali nel campo delle malattie genetiche rare per la qualità dei loro risultati. Proprio al SR-Tiget è stata sviluppata la prima terapia genica con cellule staminali al mondo diventata un farmaco, Strimvelis, per curare i bambini affetti da Ada-Scid, una gravissima immunodeficienza congenita.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dall'1 gennaio al 31 dicembre.



ActionAid è un’organizzazione internazionale indipendente impegnata nella lotta alle cause della fame nel mondo, della povertà e dell’esclusione sociale. Da oltre 40 anni siamo a fianco delle comunità del Sud del mondo per garantire loro migliori condizioni di vita e il rispetto dei diritti fondamentali, in collaborazione con oltre 2000 organizzazioni locali. Grazie ai fondi raccolti raggiungiamo circa 27 milioni di persone attraverso 800 progetti sviluppati in quasi 50 paesi dell’Africa, Asia, America Latina e anche in Italia. ActionAid ha la sua sede di coordinamento in Sud Africa a Johannesburg e affiliati nazionali nel Nord e nel Sud del mondo. In Italia ActionAid è presente dal 1989 e nel 2003 è divenuta ONG riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri. Il nostro lavoro si concentra soprattutto su bambini e adolescenti, donne e fasce della popolazione più svantaggiate, aiutandoli ad agire per un futuro migliore. Lavoriamo per garantire interventi in grado di creare un reale cambiamento sostenibile nel tempo. L’approccio di lavoro utilizzato da ActionAid Italia si fonda sui diritti umani e mira a dare alle persone che vivono in condizioni di povertà la possibilità di organizzarsi e mobilitarsi per rivendicare, ottenere e godere i propri diritti fondamentali, quali cibo, acqua potabile, istruzione e cure mediche. Con il progetto SCUOLA PER TUTTI ActionAid vuole costruire aule e spazi nuovi, adatti e attrezzati, in due scuole del Mozambico, nei distretti di Manhiça e Marracuene, garantendo così ai bambini il diritto allo studio, a un’istruzione di qualità.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dall'1 gennaio al 31 dicembre.



Il nome della campagna è Una storia di mani – una nuova casa per i bambini sordociechi.

La Lega del Filo d’Oro da alcuni anni è fortemente impegnata nella realizzazione di un nuovo Centro Nazionale per le persone con sordocecità, un centro all’avanguardia in tutta Europa. Inaugurato il primo lotto, sono iniziati i lavori di completamento della struttura che vedrà un importante incremento della possibilità di accoglienza e una forte diminuzione delle liste di attesa.

Contribuisci con un SMS dei valore di 2 euro dall'1 gennaio al 31 dicembre.



Il PROGETTO ACCOGLIENZA, RIABILITAZIONE, FORMAZIONE E REINSERIMENTO FAMIGLIARE DI GIOVANI RAGAZZE VITTIME DI TRAFFICO si pone l'obiettivo di ridurre il traffico e lo sfruttamento di adolescenti verso una eliminazione progressiva e sostenibile del traffico di esseri umani ai fini della prostituzione e altre forme di lavoro forzato e schiavitù. Per dare risposta al bisogno di offrire accoglienza ai bambini/e intercettati dalla polizia e sottratti al traffico e allo sfruttamento, i Salesiani hanno aperto ad Ashaiman un centro (CPC – Child Protection Centre) nel 2014. Qui vengono accolti bambini e bambine tra i 6 e i 17 anni ai quali viene data la possibilità di seguire un percorso di riabilitazione e quando possibile il reinserimento in famiglia. Il presente progetto ha lo scopo di ampliare il bacino di utenza del centro offrendo anche alle ragazzine più grandi, che hanno dai 14 ai 20 anni, la possibilità di un percorso di accoglienza, riabilitazione, formazione professionale e reinserimento famigliare.

PROGETTO EDUCATIVO NEL CAMPO PROFUGO DEL KURDISTAN IRACHENO DI ERBIL – IRAQ: l'Iraq ha vissuto in situazione di guerra continua sin dagli anni 80’ del secolo scorso. I movimenti radicali di tipi fondamentalisti islamici hanno sommerso il paese in una guerra permanente fino ad oggi. L’obiettivo è promuovere attività educative di interazione fra gli studenti delle Cattedre Scholas in rete con altre associazioni e organizzazioni per l’applicazione dei programmi educativi di Scholas (Scholas Cittadinanza, Scholas Arts, Sport con Valori) a favore dei bambini e giovani nel campo profugo di Erbil. Tutto ciò attraverso attività che forniscano strumenti educativi per affrontare le cause profonde della violenza e dei conflitti, rafforzando la capacità critica ed i comportanti prosociali e contrastino i sentimenti e comportamenti di xenofobia, discriminazione ed emarginazione attraverso i valori della Cultura dell’Incontro.

PROGETTO MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI DI VITA DEI RIFUGIATI E DELLA COMUNITÀ OSPITANTE NEL CAMPO PROFUGHI DI PALABEK": la guerra scoppiata in Sud Sudan nel 2013 ed inaspritasi nel 2016 ha obbligato moltissime persone a fuggire in Uganda ed altri Stati limitrofi. L’obiettivo è migliorare le condizioni di vita dei rifugiati, con un’attenzione particolare ai bambini e ai giovani, e anche la convivenza tra la comunità dei rifugiati e la popolazione locale ospitante attraverso l’offerta di educazione, formazione professionale e l’avvio di attività generatrici di reddito. In particolare, attraverso la costruzione di una residenza per la Comunità salesiana all’interno del campo si vogliono promuovere attività a sostegno dell’educazione e formazione professionale di qualità e migliorare la formazione degli insegnanti e altri professionisti tra i rifugiati affinché aiutino nel lavoro educativo.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dall'1 gennaio al 31 dicembre.



"Ogni guerra è una guerra contro i bambini” queste sono le parole di Eglantyne Jebb che nel 1919, all’indomani della fine della Prima Guerra Mondiale, fondò Save the Children, la più grande organizzazione internazionale che da 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro.
Come la nostra fondatrice 100 anni fa si impegnò e lottò per i bambini più vulnerabili, vittime del conflitto mondiale, così Save the Children 100 anni dopo non può tirarsi indietro di fronte alle violenze che subiscono ancora oggi i bambini nei contesti di guerra. 1 bambino su 5 oggi nel mondo vive in zone di guerra. Bambini come quelli che conosciamo e amiamo, vengono bombardati, colpiti, affamati, violentati. Sono costretti a vivere degli orrori indescrivibili che hanno delle conseguenze devastanti sulle loro vite. Tutto questo è inaccettabile.
In Uganda è in corso la più grave crisi di rifugiati su tutto il continente africano. Negli ultimi mesi, il paese ha assistito a una ondata massiccia di arrivi di persone in fuga dalle violenze in Sud Sudan al ritmo di circa 1.800 persone al giorno. Almeno il 57% dei bambini rifugiati in Uganda non va a scuola e nelle comunità ospitanti locali - spesso dimenticate nelle crisi dei rifugiati - oltre un terzo dei bambini ugandesi non hanno accesso all’istruzione. Il progetto avrà un approccio olistico che valuterà i diversi aspetti del benessere dei più piccoli, aumentando l’accesso all’istruzione, alla protezione dei bambini, alla salute e nutrizione, all’acqua, ai servizi igienico-sanitari e alle corrette pratiche igieniche. Garantiremo l’apprendimento e il gioco ai bambini sotto i 6 anni, supportando inoltre la transizione dall’asilo alla scuola primaria. Una parte dell’intervento si concentrerà sul rafforzamento delle capacità di insegnanti e genitori per permettere loro di guidare e seguire i bambini in una serie di attività basate sullo sviluppo del loro benessere sociale, emotivo e fisico e assicureremo ambienti sicuri, la preparazione degli insegnanti e la qualità dell’educazione. Opereremo per migliorare l’ambiente di 36 Centri per lo Sviluppo della Prima Infanzia tramite piccoli interventi di riabilitazione, mentre in 4 centri interverremo con aggiustamenti e materiali per elevare la qualità dell’educazione per i bambini che li frequentano. L’intervento avrà un focus particolare sull’inclusione dei bambini con disabilità e difficoltà di apprendimento nei servizi di scuola primaria.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dall'1 gennaio al 31 dicembre.