31 Marzo 2020

Tutte le proprietà delle cime di rapa

Ortaggio immancabile nei piatti del Sud Italia, le cime di rapa non sono solo buone, ma fanno soprattutto bene: scopri insieme a noi tutte le loro proprietà!

Deliziose, verdissime, versatili… abbiamo già detto buone?

Forse non sapevi che le cime di rapa (Brassica rapa subsp. sylvestris) fanno parte della stessa famiglia di broccoletti, rape, cavoli e cavolini di Bruxelles, vale a dire le Brassicacee o Crucifere.

Coltivate per il 95% fra Lazio, Puglia e Campania, delle cime di rapa consumiamo le infiorescenze e la parte tenera del fusto con le foglie, utilizzandole in moltissime preparazioni della tradizione gastronomica italiana: vediamo insieme le proprietà di questo ortaggio!

1. Aspetti nutrizionali

Le cime di rapa sono composte per più del 90% di acqua e hanno di conseguenza un apporto calorico molto basso. Sono inoltre ricche di fibra, utilissima per il benessere del nostro intestino e dell’organismo in generale. Una porzione di circa 200 g di cime di rapa, infine, può soddisfare l’intero fabbisogno giornaliero di folati suggerito dalla Società Italiana di Nutrizione Umana.

2. Come utilizzarle e perché

La giusta cottura delle cime di rapa è essenziale: i folati, infatti, sono sensibili al calore e tendono a disperdersi in acqua; per mantenere intatto l’apporto nutrizionale, opta quindi per una cottura breve e in poca acqua.

L’acido folico è una vitamina essenziale per la sintesi delle proteine e del DNA, quindi cruciale in fase di gravidanza o allattamento. Studi in laboratorio hanno poi riscontrato un possibile ruolo dei folati nella prevenzione di alcuni tipi di tumore.

3. Suggerimenti culinari

Non si potrebbe parlare di questo vegetale senza pensare alla Puglia: hai mai assaggiato le tradizionali orecchiette alle cime di rapa? Un primo piatto ricco, sano e soprattutto… buono!

CONDIVIDI con: