22 Gennaio 2016

5 idee per un San Valentino speciale

Se pensare a come trascorrere la festa degli innamorati vi mette in crisi, provate a dare un’occhiata all’elenco di proposte alternative di CoopVoce

San Valentino non fa proprio per voi? Sappiate che siete in ottima compagnia…

Sia che non sopportiate il lato commerciale della “festa degli innamorati” e il dover festeggiare a tutti i costi, sia che non ne possiate più di cuoricini, cioccolatini e rose rosse… pare che quest’anno non sarete gli unici. Ebbene sì, il trend di chi ha deciso di lasciar perdere e di vivere il 14 febbraio (che in questo 2016 bisestile cade di domenica) come qualsiasi altro giorno dell’anno, è in crescita. Snobbare San Valentino, insomma, è di moda; perciò la vera alternativa per San Valentino sarebbe proprio… festeggiare San Valentino.

Giochi di parole a parte, sentitevi assolutamente liberi di affrontare il giorno degli innamorati come più vi aggrada. Se, comunque, deciderete che un po’ di romanticismo, per un giorno, potete anche concedervelo, ecco dei suggerimenti per un San Valentino fuori dagli schemi.

1) Passate una serata a guardare i migliori film d’amore di sempre. Accoccolatevi con il partner sul divano, accendete il vostro home cinema e date il via alla più romantica maratona cinematografica si possa immaginare. Scegliete un buon vino da meditazione, accompagnatelo con un dolce fatto in casa e cedete al fascino delle immagini in movimento. Ce n’è veramente per tutti i gusti: dal postmoderno Romeo + Juliet del regista Baz Luhrman, al classico melodramma strappalacrime nostrano di Catene (Raffaello Matarazzo); passando per il sempiterno Love Story (Arthur Hiller) e per l’esilarante commedia Harry ti presento Sally (Rob Reiner), fino al più recente L’amore non va in vacanza (Nancy Meyers) o al bollente Cinquanta sfumature di grigio (Sam Taylor-Wood).

2) Oppure organizzate una visita in qualche luogo speciale della vostra città. Può essere un monumento, una mostra, una piazza, un itinerario particolare, un museo o semplicemente quell’angoletto che avevate in mente di vedere, ma avete sempre dovuto rimandare… È il momento giusto per approfittarne. La proposta culturale delle grandi metropoli e dei piccoli centri, in questi mesi, è ricchissima e sarebbe un vero peccato lasciarsela sfuggire.

E se non avete la fortuna di abitare a Verona, la città degli innamorati, non importa: sicuramente saprete trovare un luogo di cui approfondire la conoscenza. In coppia!

3) Fare volontariato. Se San Valentino è la festa dell’amore, allora è il momento più opportuno per condividerlo con chi ne ha più bisogno: bambini, anziani, emarginati, ammalati… in un centro di recupero, in una casa accoglienza, in un ospedale, in un ospizio. Sono tantissime – fortunatamente – nel nostro paese le realtà che offrono sostegno e supporto ai meno fortunati, basterà scegliere quella più vicina e consona a voi e al vostro sentire. Se poi già abitualmente siete impegnati in tali attività, l’occasione renderà tutto un po’ più speciale; se, al contrario, non vi è mai capitato di lasciarvi coinvolgere in tal senso, potrebbe essere questa un’esperienza nuova, da replicare anche in seguito.

4) Programmate una festa con tutti i vostri amici più cari. Celebrate tutte le accezioni dell’amore e invitate gli amici più stretti a una cena – o a una festa dopocena – in compagnia. Dividetevi i compiti: chi pensa al cibo, chi alle bevande, chi alle decorazioni, chi alla musica. Insomma, con-dividete! Scegliete la colonna sonora più adatta – sia che vogliate ballare, sia che preferiate le chiacchiere attorno al tavolo – e fatevi trascinare in quello che sarà un San Valentino difficile da dimenticare.

5) Attivatevi per un San Valentino solidale. Come? D’accordo con il partner, evitate qualsiasi forma di festeggiamento e regalo, potrete sempre cenare insieme tra le mura domestiche in tutta tranquillità e senza sfarzi. Ne deriverà un risparmio quantificabile sul budget mensile di entrambi. Bene… non vi resterà che devolvere quella stessa somma a una ONG o un’associazione impegnata in attività del terzo settore per far sì che una celebrazione tutta privata abbia anche una ricaduta sociale.

CONDIVIDI con: