9 Settembre 2021

Cous cous: proprietà e ricette

Ricette per golosi piatti estivi, pranzi al sacco e schiscette!

Il cous cous, grazie alla sua versatilità, è un ingrediente perfetto per i piatti estivi, ma anche pranzi al sacco o al lavoro. Come cucinarlo nel modo giusto e quali sono le ricette più gustose?

 

Semplice da cucinare, leggero ma al tempo stesso nutriente… Che cos’è il cous cous? Il cous cous non sono altro che grani di semola di grano duro, dalle ottime proprietà nutritive: in 100 grammi di semola, trovi 14 g di acqua, 11,5 g di proteine, 0,5 g di lipidi, 76,9 g di carboidrati, 1,9 g di zuccheri e 3,6 g di fibre, a fronte di 339 calorie. Si tratta di un piatto unico perché si presta ad abbinamenti con carne, pesce e verdure – volendo si può provare anche una versione dolce con miele e frutta secca!

Come si fa il cous cous? Tradizionalmente si parte dalla farina di semola (triticum durum) che viene mescolata con acqua e successivamente lavorata a mano per ottenere le palline, che vengono passate in altra farina per tenerle separate. Le palline vengono passate al setaccio, le più piccole vengono lavorate ancora e ancora fino a quando non raggiungono lo spessore desiderato. Per conservarlo a lungo, il cous cous fresco viene fatto essiccare al sole.

Quello che trovi in commercio, quindi, contiene granelli di cous cous precotti, che si cucinano in pochi minuti. Lo puoi reperire facilmente nella grande distribuzione oppure sulle più famose app per fare la spesa, dove hai possibilità di scelta tra grana fine, media o grossa.

 

Come cuocere il cous cous

Ecco i passaggi per cucinare il cous cous nel modo corretto.

  • Primo errore da non fare: il cous cous non si butta in acqua come si fa con la pasta. Al contrario, si versa l’acqua bollente sul cous cous secco. Ma quanta acqua? La giusta proporzione vuole una parte d’acqua per una parte di cous cous. Il sale, in questo caso, va sciolto nell’acqua o aggiunto al condimento.
  • Il cous cous può esser cotto a vapore oppure nell’apposito recipiente in terracotta chiamato taseksut in berbero o cuscussiera in italiano (dal dialetto siciliano “cuscussù”).
  • Una volta che il cous cous avrà assorbito tutta l’acqua, procedi a sgranarlo con una forchetta, aggiungi l’olio e condisci a piacere.
  • Quanto cous cous a persona? ll cous cous è un alimento che in cottura cresce moltissimo di volume. Il consiglio è di calcolare circa 50-55 g di cous cous crudo a testa.

 

Come cucinare il cous cous: le ricette della tradizione

Il cous cous si mangia dappertutto, anche se ogni luogo ha le proprie ricette tipiche. Il cous cous è un piatto originario dell’Africa del Nord: in Tunisia, il brodo è piccante con l’aggiunta di spezie come curry e curcuma e viene accompagnato da carne di agnello, pollo o montone. In Libia va per la maggiore la versione con pesce e calamari mentre in Marocco è condito con una salsa agrodolce di uvetta e cipolle.

In Italia, il cous cous è tipicamente servito nella Sicilia occidentale anche se menzione d’onore va al cous cous pantesco, simbolo della cucina di Pantelleria, fatto con brodo di pesce e pezzi di scarto quali molluschi e verdure dell’orto.

H3: Come condire il cous cous: una ricetta estiva

Il cous cous è buono anche al naturale, condito solo con olio e limone! Detto questo, il metodo più veloce è quello di creare una sorta di insalata, con pomodorini e un mix di verdure. Vediamo quindi come si prepara il cous cous di verdure, feta e zest di limone.

Gli ingredienti che ti servono sono una melanzana, un peperone e una decina di pomodorini:

  • taglia le verdure e soffriggile in padella con olio, aglio in camicia e una cipolla tritata.
  • Nel frattempo, prendi le zucchine tonde, svuotale, falle bollire per qualche minuto e lasciale asciugare su un panno asciutto.
  • Cuoci il cous cous e usalo per riempire le zucchine insieme alle verdure saltate, i pomodorini freschi, la feta a cubetti e una foglia di basilico.
  • Prima di servire aggiungi lo zest di limone candito.

Il cous cous è pronto! Invita chi vuoi a tavola grazie all’offerta ConMe Casa CoopVoce: 200 MB, 50 minuti di traffico voce verso numeri fissi e mobili e 200 SMS. Il primo mese è gratis, cosa aspetti?

CONDIVIDI con: