5 Ottobre 2021

Preparare la marmellata fatta in casa: consigli e ricette

Segreti della tradizione per far durare la frutta più a lungo

La bella stagione regala, oltre che sole e caldo, anche ottima frutta e verdura saporita. Ecco i consigli su come conservare e preparare le marmellate fatte in casa.

 

La voglia di cose genuine, la passione per l’orto di casa, l’amore per la natura: è questo ciò che occorre per preparare una marmellata fatta in casa gustosa e saporita. Pochi ingredienti e un pizzico di pazienza, la marmellata fatta in casa, oltre ad essere davvero buona è anche la soluzione ideale se stai cercando soluzioni su come far durare la frutta più giorni. Una bella fetta di pane con marmellata home made uno dei modi migliori per iniziare la giornata, anche i più piccoli ne vanno matti! Scopri allora come prepararla e conservarla, seguendo solo la ricetta della tradizione.

 

Come preparare la marmellata in casa

Per preparare la marmellata in casa non servono molti ingredienti, anzi solo due: frutta e zucchero. Quale frutta scegliere? C’è davvero l’imbarazzo della scelta tra frutti di bosco, albicocche, pere, arance e fichi, magari abbinati a qualche spezia come cannella, zenzero e peperoncino. Una curiosità: non tutti lo sanno ma si possono preparare conserve dolci anche a partire da ingredienti inusuali come pomodori verdi, radicchio e sedano. Libero spazio alla fantasia insomma!

Le uniche “regole” da seguire sulla scelta della frutta sono:

  • che sia di stagione e preferibilmente biologica perché è meglio usare anche la buccia, fonte di pectina naturale;
  • che sia matura al punto giusto: più un frutto è maturo, minore è la quantità di pectina contenuta, essenziale per la gelificazione della marmellata.

La frutta va lavata (puoi anche lasciarla a bagno per qualche minuto in acqua e bicarbonato di sodio) e tagliata a cubetti. Per la quantità regolati tu, calcola che con 1 kg di frutta potrai ottenere circa 2-3 vasetti da 250 gr.

 

Marmellata in casa: ricetta

Il vantaggio di preparare una marmellata fatta in casa è che non esiste una vera e propria ricetta, sei tu a dosare gli ingredienti a tuo gusto e piacimento. La quantità di zucchero varia in base alla tipologia di frutta: solitamente si mettono 750 gr di zucchero per 1 kg di frutta pulita, ma il rapporto può diventare 1:1 nel caso di frutti particolarmente acidi.

Munisciti di un tegame largo, un cucchiaio di legno e armati di un po’ di pazienza: ora hai tutto l’occorrente per iniziare!

Come prima cosa è necessario far evaporare tutta l’acqua dalla frutta a fuoco dolce; alza poi la fiamma e aggiungi una tazza d’acqua, sempre mescolando e ora aggiungi lo zucchero; fai cuocere per un’oretta massimo, fino al raggiungimento della consistenza desiderata.

 

Come conservare la marmellata fatta in casa

La marmellata fatta in casa si conserva all’interno di vasetti di vetro sterilizzati e, se si vuole andare sul sicuro, anche pastorizzati.

  • Se hai un forno a microonde puoi metterli a sterilizzare qui per 5 minuti.
  • In alternativa, riempi una pentola d’acqua fredda, inserisci i vasetti e porta ad ebollizione per 20 minuti. Togli i vasetti con l’aiuto di una pinza e lasciandoli asciugare a testa in giù su uno strofinaccio pulito.
  • Una volta che la marmellata ha raggiunto la giusta consistenza, va versata ancora bollente nei vasetti, che vanno poi chiusi ermeticamente e lasciati capovolti per circa 5 minuti. Passato questo lasso di tempo, porta di nuovo l’acqua al bollore e lasciali sobbollire 30 minuti per completare anche la pastorizzazione. Riponili in un luogo fresco e lontano dalla luce.

 

Quanto dura la marmellata fatta in casa

La marmellata fatta in casa dura all’incirca un anno. Ciascun vasetto però, una volta aperto, può essere conservato in frigorifero e consumato entro 20 giorni.

Qualora qualche vasetto dovesse presentare rigonfiamenti nella zona del tappo, subire alterazioni di colore o avere muffa in superficie, buttalo pure a cuor leggero.

 

CONDIVIDI con: