20 Dicembre 2019

Come preparare la bici per l’inverno

Il maltempo non fermerà certo i biker più intrepidi e avveduti.

È arrivato l’inverno. E allora? Altro che appendere la bici al chiodo in attesa del ritorno della bella stagione… Basta seguire qualche utile accorgimento e avere i giusti accessori per pedalare in tutta sicurezza anche con pioggia e gelo. 

1. Revisione e ruggine – Una saggia e raccomandabile abitudine è quella di fare revisionare adesso la tua bici da un meccanico professionista. In questo modo potrai verificare lo stato di usura e il buon funzionamento dei freni e di altre parti meccaniche a rischio, così da prevenire che la ruggine possa danneggiare irreversibilmente qualche parte fondamentale degli ingranaggi.

2. Copertoni ad hoc – In generale, sarebbero ideali pneumatici speciali con battistrada più spessi e protezione antiforatura migliorata per la guida in caso di maltempo. Per condizioni climatiche estreme sono disponibili anche quelli chiodati: è improbabile che tu possa averne bisogno, tuttavia, se vai fuoristrada o se dove abiti nevica spesso, potrebbe valerne la pena.

3. Montaggio parafanghi – Le pozzanghere in questa stagione sono sempre lì ad aspettarti. Diventa quindi fondamentale montare un paio di grossi parafanghi (nel caso non li avessi), in modo da impedire di sporcare la bicicletta e, soprattutto, i vestiti e le scarpe che indossi, magari proprio il giorno in cui hai in programma appuntamenti o riunioni importanti. 

4. Coprisella impermeabile – Anche se sei stato fortunato e arrivi davanti alla tua bici quando ha appena smesso di piovere, non sprecare l’occasione per poter stare all’asciutto: evita quindi di bagnarti i pantaloni utilizzando un comodo coprisellino antipioggia, accessorio banale ma molto utile.

5. Equipaggiamento fanali – D’inverno le ore di luce sono sempre meno e all’uscita dal lavoro il buio la fa da padrone. Per questo, anche se il tragitto che fai di solito è adeguatamente illuminato, è meglio dotarsi di un efficiente set di luci: faretto a luce bianca e riflettori bianchi sui raggi nella parte anteriore, luce rossa e riflettori rossi nella parte posteriore e catarifrangenti sui pedali.

6. Manutenzione continua – Dopo aver pedalato sotto una pioggia battente, asciuga subito la bici e portala al chiuso una volta arrivato a destinazione; la cosa peggiore è lasciarla bagnata in una cantina umida o all’aperto, in quanto ciò può rapidamente deteriorare la catena e aumentare l’usura del telaio stesso. Se ne hai la possibilità, quindi, ricovera la bici al chiuso, poiché freddo e umidità influiscono sia sulla potenza di frenata sia sul cambio di marcia.

Se sei interessato ad altre news o info sulle due ruote, oppure desideri semplicemente condividere le tue immagini dedicate al mondo della bicicletta, segui la nostra pagina vivi_bici su Instagram e pubblica le tue foto con l’hashtag #ViviBici.

CONDIVIDI con: