3 Agosto 2017

Come difenderti dalle truffe in vacanza

Overbooking, alberghi di lusso che sono solo pensioni, pacchetti turistici con itinerari diversi da quanto prospettato: se qualcosa è andato storto fai valere i tuoi diritti.

Dopo mesi di duro lavoro, hai finalmente organizzato un bel viaggetto per trascorrere le tue giornate di ferie all’insegna del più assoluto relax e divertimento. Purtroppo non sempre va come te lo eri immaginato. A volte, infatti, la vacanza può diventare un’inaspettata fonte di stress.

Case in affitto vicino al mare che invece si rivelano lontane dalla costa, ritardi dei trasporti, costi non previsti al momento della prenotazione, impegni assunti dal tour operator e non rispettati, bagagli smarriti. E così, quella che doveva essere solo una bella avventura si trasforma in un’odissea. Ogni scelta può nascondere piccole insidie, se non addirittura truffe vere e proprie. Per questo motivo, prima di partire, è bene che tu conosca bene i tuoi diritti, ma anche i tuoi doveri, per poterti difendere da eventuali imprevisti.

Partiamo dal problema più comune che è quello dell'acquisto dei pacchetti turistici nelle agenzie di viaggio, o semplicemente on-line. La prima cosa da ricordare in tale caso è che, qualora il viaggio dovesse essere annullato dall’agenzia o dal sito in cui hai effettuato le prenotazioni (e quindi non per colpa tua), l’intero pacchetto dovrà esserti assolutamente rimborsato.

Anche per il viaggio in aereo sei tutelato. Se il tuo volo dovesse venire cancellato all'ultimo momento, non disperarti in quanto hai diritto non solo a essere rimborsato, ma puoi recarti al front office e domandare di essere imbarcato al più presto su di un volo successivo. Nel caso in cui non dovessero esserci voli disponibili sulla tratta che ti interessa, puoi sempre farti rimborsare il costo del biglietto oppure chiederne la sostituzione con un altro per una diversa destinazione.

Un altro problema derivante da un viaggio in aereo potrebbe essere il classico smarrimento delle valigie. Anche in questo caso non devi preoccuparti, perché grazie alle nuove legislature potrai addirittura ottenere dalla compagnia aerea un rimborso di oltre mille euro per i danni a te arrecati. La compagnia aerea è responsabile di tutti i tuoi bagagli, sia di quelli a mano sia di quelli che vengono riposti nella stiva: in caso di smarrimento o di furto sull’aereo, quindi, subito dopo l'atterraggio dovrai recarti all’apposito desk e chiedere di essere indennizzato.

Ricordati che, soprattutto nei periodi di alta stagione, le compagnie e le agenzie viaggio lavorano in maniera frenetica e convulsa per accontentare tutti i clienti e, se pur involontariamente, qualcosa potrebbe sempre sfuggire. 

E dunque, soprattutto se fai viaggi di lunga durata o con scali intermedi – un fattore questo che purtroppo rischia di aumentare la possibilità che il tuo bagaglio vada perduto – informati sempre sulle assicurazioni che puoi stipulare per proteggere le tue valigie in treno, in nave o in aereo.

CONDIVIDI con: