31 Gennaio 2020

CES 2020: il made in Italy eccelle anche qui

Tre le start-up italiane premiate quest’anno a Las Vegas.

ll futuro si è messo in mostra al CES 2020 (Computer Electronic Show) di Las Vegas, che si è svolto dal 7 al 10 gennaio con numeri di assoluto rilievo registrando circa 170.000 visitatori professionistioltre 4.400 espositori e il debutto di 20.000 nuovi prodotti tecnogici.

Per chi non la conoscesse, si tratta della più importante manifestazione fieristica di tecnologia del mondo che ospita tutte le novità nel settore tech. Novità che vengono non solo esposte e ammirate, ma anche votate.

E se fino a tre anni fa la presenza italiana era del tutto sporadica, quest’anno invece sono state oltre 60 le start-up tricolori partecipanti alla kermesse. E di queste, tre si sono addirittura portate a casa i prestigiosi e ambiti premi denominati Innovation Awards Honoree.

e-Novia, la fabbrica di imprese (come ama definirla Ivo Boniolo, uno dei suoi fondatori) di Milano che sostiene il mondo dell’innovazione nel nostro territorio, ha presentato al CES 2020 dieci aziende italiane, raddoppiando così il numero delle start-up proposte l’anno precedente.

Una presenza davvero significativa, al punto da aver occupato un intero spazio espositivo del Convention Center, nel cuore della sezione dedicata all’Intelligenza Artificiale e alla Robotica: un vero e proprio “village” di 200 metri quadri, l’area più estesa per una società italiana alla manifestazione.

Queste le 3 start-up italiane premiate:

1. HiRide, nella categoria “Vehicle Intelligence & Transportation”: per le sospensioni attive smart pensate per adeguarsi a diverse tipologie di terreno

2. Smart Robots, nella categoria “Robotics”: per l’occhio robotico, un dispositivo intelligente in grado di supportare l’operatore nel contesto delle Smart Factory 

3. Wahu, nella categoria “Wearable Technologies”: per la suola attiva in grado di adattare la sua morfologia all’ambiente esterno e allo stato dinamico dell’utente.

Altra bella e interessante novità è stata la prima visita da parte di un ministro italiano al CES. “Vogliamo far diventare l’Italia – ha detto il ministro per l'innovazione tecnologica e la Digitalizzazione Paola Pisano – il miglior paese dove far nascere, crescere, sviluppare un’azienda che produce innovazione”.

ci auguriamo tutti sia davvero così!

CONDIVIDI con: