17 Febbraio 2020

A Berlino il primo condominio a misura di ciclista

Totalmente ecosostenibile e pensato per chi vive su due ruote.

Nella capitale tedesca è stato da poco realizzato il primo palazzo al mondo dedicato in ogni suo aspetto ai bikers.

Si tratta di un progetto edilizio composto da due condomini, di cinque piani ciascuno, per un totale di 42 appartamenti. Fahrradloft, questo è il suo nome, si trova nel quartiere di Lichtenberg, nella parte orientale di quella che una volta era chiamata Berlino Est.

La struttura, dotata di un tetto-giardino (accessibile naturalmente anche in bici e con impianto di irrigazione che prevede il riciclo dell’acqua piovana), è costruita interamente con materiali ecologici per ottenere la massima efficienza energetica.

Ma cosa si intende esattamente per ‘condominio a misura di ciclista’? Ecco il progetto degli architetti Paul Wichert e Lars Göhring spiegato in 5 punti:

1. Nessuno spazio per le automobili, né garage né parcheggi. Al loro posto, sono state previste aree giardino riservate agli inquilini del pian terreno. 

2. Gli ascensori (esterni all’edificio e con doppia apertura) arrivano al piano, ovvero in balconate comuni in tutto e per tutto simili alle nostre case di ringhiera che sono a misura di bici.

3. Le balconate – ciclabili e pavimentate in legno, materiale che permette di ridurre il rumore al minimo – conducono all’entrata di ogni singolo appartamento e hanno una profondità sufficiente per riporre la bici senza che sia d’intralcio agli altri condomini.

4. È stato previsto un locale annesso all’unità abitativa dove poter lasciare i bike trolley (rimorchi), generalmente usati per fare la spesa. Questo spazio è collegato a un telecomando che permette di aprirne le porte senza scendere dalla bici.

5. Ogni eventuale ospite ha la possibilità di lasciare la propria bici in un grande locale comune dotato di videosorveglianza.

Un concetto, quindi, semplice quanto innovativo da realizzare. L'idea è risultata così efficace che le case sono state vendute nel giro di pochi mesi, per un prezzo variabile dai 1.800 ai 2.800 euro al metro quadro. Questo significa che presto o tardi Berlino e l’intera Germania potrebbero avere ancora più ciclo-condomini. A quando in Italia?

Se sei interessato ad altre news o info sulle due ruote, oppure desideri semplicemente condividere le tue immagini dedicate al mondo della bicicletta, segui la nostra pagina vivi_bici su Instagram e pubblica le tue foto con l’hashtag #ViviBici.

CONDIVIDI con: