27 Gennaio 2020

10 e lode a chi consuma responsabilmente

Il decalogo per uno stile di vita green, etico e sostenibile.

1. Usa l’auto il meno possibile – Rispettare l’ambiente e la biodiversità significa privilegiare mezzi pubblici, spostamenti in bici, a piedi e prendere l’aereo solo quando è strettamente necessario.

2. Non gettare i rifiuti a terra – Smaltire correttamente a casa l’immondizia è importante, ma lo è anche non abbandonare nell’ambiente piccoli rifiuti come i mozziconi di sigarette e le gomme da masticare, che sono tossici per gli animali e impiegano anni prima di essere smaltiti.

3. Riduci il consumo di carta e cartone – Quando stampi un documento a più pagine, scegli la funzione fronte-retro. Usa carta riciclata o con marchio FSC o PEFC, che rispetta le foreste, e condividi libri, quotidiani e riviste con i tuoi amici. 

4. Acquista in maniera responsabile – Soprattutto in vacanza, non comperare souvenir realizzati con parti derivanti da specie di fauna e flora minacciate di estinzione: no quindi all’avorio, alle borse in pelle di coccodrillo, ai gusci di tartaruga, al corallo, alle conchiglie, al legno di palissandro… 

5. Non sprecare l’acqua potabile – Quando ti lavi i denti chiudi il rubinetto e fai lo stesso mentre ti insaponi sotto la doccia. Non lavare spesso l’auto e cerca di recuperare quella che usi per lavare l’insalata, ad esempio innaffiando le piante

6. Evita indumenti o tappeti da lavare a secco – Questo trattamento contiene percloroetilene o tetracloretilene, un solvente tossico di cui purtroppo ne sono state trovate tracce anche nelle falde e nei fiumi.

7. Non seguire le mode tecnologiche – Il processo di produzione dei dispositivi elettronici (smartphone, tablet, computer) ha gravi ripercussioni sull’ambiente a causa dello sfruttamento delle miniere da cui provengono materiali necessari a fabbricarli come rame, cobalto e piombo. 

8. Rispetta gli ecosistemi durante le escursioni – Cerca di non uscire dai sentieri, fai meno rumore possibile e osserva gli animali da lontano. In generale, dovresti lasciare tutto come l’hai trovato. Lo stesso quando vai al mare, al lago o al fiume.

9. Fai sempre attenzione alla tua alimentazione – Se possibile, scegli prodotti alimentari biologici, a chilometro zero e opta per cibi che abbiano pochi imballaggi. Privilegia frutta e verdura di stagione. 

10. Limita il consumo di carne – La produzione della carne ha un impatto sull’ambiente e in particolare sull’acqua. Secondo lo schema della dieta mediterranea, un consumo corretto è di 3/4 porzioni settimanali (tra carni bianche, rosse e salumi). Inoltre, non mangiare solo le specie di pesce più sfruttate, come tonno, orata, sogliole e dentice, ma sostituiscile di tanto in tanto con esemplari meno conosciuti e ugualmente buoni.

 

Fonte: consumatori.e-coop.it

CONDIVIDI con: