20 Maggio 2019

L’animaletto giusto per il tuo bambino

Stai pensando a un animale domestico per tuo figlio? La scelta è piuttosto ampia, ma non semplicissima.

Prima o poi i bambini di casa chiedono un cucciolo, un amico a quattro zampe con cui giocare, solitamente un micio, un cagnolino oppure un criceto.

Innanzitutto, va premesso che ci sono alcuni fattori da tenere in considerazione quando si cerca una bestiola per il proprio figlioletto. Una scelta di questo genere, infatti, implica un impegno notevole in termini di tempo e responsabilità perché non stiamo parlando di giocattoli, ma di esseri viventi, che vanno accuditi, nutriti, seguiti, coccolati e curati in tutto e per tutto.

Quindi, se parliamo di un cane o un gatto, difficilmente un bambino piccolo riuscirà a occuparsene e, di conseguenza, ci dovrai pensare tu (e cuccioli animali insieme a cuccioli umani possono essere un bel problema per la famiglia!). Idem per il coniglietto, che necessita anch’esso, oltre a uno spazio recintato o un ampio terrazzo per muoversi, delle cure di una persona adulta e responsabile. Se infatti non vengono presi i dovuti accorgimenti per una sistemazione in esterno, la sua temperatura può abbassarsi molto durante l’inverno rischiando il colpo di calore durante l’estate.

Meglio allora optare per un criceto o un porcellino d’india, che non devono essere portati fuori o lavati. In più responsabilizzano tuo figlio che può così imparare, in tutta tranquillità, a prendersi cura di un animale, dandogli da mangiare, da bere e pulendo la gabbietta (sempre con il tuo vigile aiuto, naturalmente).

Anche pappagallini e canarini, specie quelli canterini, sono animali da compagnia assolutamente deliziosi, ma occorre fare molta attenzione perché sono delicati di salute e può bastare un minimo di distrazione per farli volare via. E con un bambino di 4 o 5 anni non è un’eventualità da sottovalutare.

Benissimo pesciolini e tartarughine, anche di terra. Certo, non danno molta soddisfazione, ma ci si affeziona facilmente, non hanno bisogno di tantissime cure e insegnano a un bambino il rispetto e l’amore per gli animali.

Se invece tuo figlio è già grandicello, può occuparsi sia di un gatto che di un cane, impegni scolastici e di sport permettendo. In questo caso, le razze canine ideali sono i Golden retriever, giocherelloni e mansueti, mentre Border Collie, Beagle e Setter irlandesi sono decisamente affettuosi e facili da addestrare.

Per quanto concerne i gatti, in linea generale tutte le razze vanno bene. Ci sono però delle tipologie che, per la loro indole calma e tollerante, sono preferibili. Come il Maine Coon, molto socievole, il Persiano, paziente e tranquillo, il Siamese, affettuosissimo, o il gatto d’Angora, fedele e mattacchione.

Inutile dire che, in ogni caso, seppur con le giuste precauzioni e i necessari consigli di un veterinario, potrai sempre rivolgerti a un canile o un gattile, offrendo così una seconda opportunità a degli amici pelosi che non sono stati trattati come meritavano.

CONDIVIDI con: