10 Settembre 2020

Scopri la bellezza di fare trekking con il tuo cane

5 suggerimenti per escursioni e passeggiate in compagnia di Fido.

Hai deciso di portare il tuo migliore amico a quattro zampe in una delle tue gite in montagna? Ottima idea! Prima di metterti in cammino, però, ci sono alcuni consigli e aspetti particolari a cui prestare attenzione per pianificare nel modo migliore il tuo trekking.

Per prima cosa, se la meta della tua escursione è una zona protetta o un parco naturale, informati bene sulle eventuali limitazioni per la tua bestiola. In alcune aree, infatti, la presenza di specie animali particolari rende poco idonea la presenza di un cane, che potrebbe essere veicolo di batteri e virus esogeni.

Ecco dunque cosa è meglio portare per fare una gita campestre insieme al proprio cane.

1. Acqua e ciotola pieghevole – Non far bere al tuo amico peloso l’acqua di stagni o pozzanghere, in quanto è ricca di batteri e parassiti. Preparati allora delle bottiglie di acqua la sera prima e lasciale nel congelatore. In questo modo il ghiaccio che si sarà formato si scioglierà gradualmente durante il cammino fornendo una fonte di acqua fresca per il tuo cane. Non dimenticarti anche una piccola ciotola portatile da fissare allo zaino.

2. Guinzaglio – Potrà apparire una scomoda limitazione, ma in realtà è un modo per tutelare la tua bestiola e l’ambiente nel quale ti troverai. È una forma di rispetto sia per gli escursionisti che incontrerete sia per la fauna selvatica, verso la quale il cane potrebbe creare scompensi all’habitat e alle attività di nidificazione. Una buona soluzione possono essere i guinzagli a filo lungo e avvolgibile, che si possono allungare o accorciare a seconda delle esigenze.

3. Cibo per cani – È importante portare bocconcini opportunamente confezionati e fare delle pause lungo la passeggiata per permettere il riposo e il pieno recupero delle sue energie.

4. Paletta e sacchetto per le deiezioni – Ogni amante della natura dev’essere invisibile, evitando di lasciare tracce del suo passaggio: gli escrementi contengono batteri coliformi fecali che possono infettare gli animali selvatici che ne vengano in contatto. Quindi, anche se sei circondato dalla natura, porta sempre con te tutto quello che serve per le sue evacuazioni.

5. Abbigliamento per le intemperie – In montagna un temporale può sempre sorprenderti lungo il percorso. Per questo è meglio avere delle cerate per cani. È il miglior modo per proteggerlo ed evitare che debba continuare il trekking completamente bagnato. Ovviamente d’inverno, con le temperature più basse, queste accortezze diventano quasi d’obbligo per il suo benessere.

6. Kit pronto soccorso canino – Il rischio infortunio è sempre in agguato. Anche il tuo cane può andare incontro a piccole abrasioni, tagli o lesioni che potrebbero richiedere un pronto intervento. Per questo è bene avere una cassetta di primo soccorso che contenga perossido di idrogeno per disinfettare tagli, forbici con punte arrotondate per tagliare i peli intorno alle ferite, delle bende e delle garze, pinzette per rimuovere corpi estranei dalle ferite e un piccolo calzino per proteggere le zampe eventualmente piagate.

CONDIVIDI con: