17 Dicembre 2019

Le regole del pranzo natalizio perfetto

Come apparecchiare a modo la tavola questo 25 dicembre.

Il pranzo di Natale quest’anno ti mette ansia perché tuo figlio porta la nuova fidanzata, oppure devi accogliere nuovi membri della famiglia (nuore, generi, suoceri o consuoceri) e vuoi fare bella figura? Niente paura, ti basta seguire questi semplici, ma basilari consigli. 

1. Tovaglia – Per il tessuto la scelta può cadere su cotone, lino o fiandra, mentre per il colore dipende: se preferisci un’atmosfera allegra e natalizia meglio i toni verdi e i rossi, se invece vuoi virare sullo stiloso puoi optare per l’abbinamento di due tinte: bianco e rosso, bianco e nero, bianco e oro, ma anche blu e argento o blu e oro. 

2. Centrotavola – Deve attirare l’attenzione, senza però compromettere la visibilità tra i tuoi ospiti. Evita fiori troppo profumati, che potrebbero interferire con i profumi dei cibi e del vino. Sì a lumini e candele, impreziosite da candelabri, anche in questo caso inodori.

3. Runner – Per avere un effetto ancora più raffinato, puoi scegliere questo accessorio che conferisce uno stile unico alla mise-en-place. Si tratta di una stoffa lunga e rettangolare, posta sulla linea di mezzeria della tavola, dove eventualmente far correre le decorazioni.    

4. Tovagliolo – Il tessuto e il colore devono essere preferibilmente in coordinato con la tovaglia e il runner. Il galateo lo vorrebbe a sinistra delle forchette, ma per l’occasione puoi anche metterlo al centro del piatto con sopra un segnaposto o un nastrino dello stesso colore della tovaglia. 

5. Piatti – In tavola metti il sottopiatto (di colore rosso, oro o argento), che per tutta la durata del pranzo non verrà mai tolto, il piatto piano, il piatto fondo e il piattino del pane, che va posizionato sempre alla sinistra dell’ospite. 

6. Posate – Meglio quelle in argento, ma vanno benissimo anche in acciaio, purché eleganti. La regola è posizionare esternamente le prime posate da utilizzare e, man mano, avvicinarsi al piatto. Alla destra dei piatti, metti il coltello (con la lama rivolta verso l’interno) e il cucchiaio, mentre alla sinistra una o due forchette (tre, se il menu prevede il pesce, insieme all’apposito coltello). In alto, sopra il piatto, posiziona le posate da dessert (manico del cucchiaino e del coltellino a destra e, in mezzo, la forchettina con l’impugnatura a sinistra).

7. Bicchieri – Per primo, posiziona il bicchiere dell’acqua appena sopra la punta del coltello e, a seguire, a sinistra, quelli per i vini bianco e rosso. Se dovessi aggiungere altri calici, utilizza lo stesso procedimento delle posate: metti sempre più esterni i primi calici da utilizzare. Per lo spumante ricordati di portare in tavola la flûte

8. Disposizione dei posti – A capotavola i due padroni di casa. L’ospite maschile più importante va alla destra della padrona (quello femminile alla destra del padrone) e alla sua sinistra il secondo in ordine di importanza (lo stesso per il padrone con gli ospiti femminili). Il classico “uomo-donna” va rispettato, cercando però di far sedere vicini marito e moglie.

CONDIVIDI con: