10 Luglio 2019

Le Ambulabici arrivano in tuo soccorso

L’innovativo servizio di assistenza su due ruote introdotto nel comune di Boltiere.

In situazioni di emergenza, il ruolo delle ambulanze è fondamentale per salvare vite umane e prestare soccorso. Tuttavia, esistono dei casi dove l’ambulanza - benché tempestiva e immediata – non riesce fisicamente ad arrivare sul posto poiché soggetta a traffico e rallentamenti. Può anche capitare che il ferito si trovi in un ambiente difficile da raggiungere, oppure in una zona non collegata da strade praticabili da mezzi a quattro ruote.

Di fronte a simili problematiche, il comune di Boltiere nella Bassa Bergamasca ha deciso di intervenire con le “ambulabici”, ambulanze a pedali dotate di defibrillatore e ossigeno e con tutta la strumentazione utile riposta in due sacche posizionate sulla ruota posteriore della bicicletta.

Le “ambulabici” sono una nuova tipologia di soccorso particolarmente utile nel caso di eventi sportivi e manifestazioni ludiche a cui partecipano molte persone oppure laddove il transito risulti essere difficile, se non addirittura impossibile, per le normali ambulanze. Le “ambulabici” offrono, infatti, la possibilità di un primo soccorso nelle situazioni in cui bisogna muoversi velocemente e con un mezzo leggero anche se, ovviamente, non possono trasportare i pazienti né sostituire il 118.

Al momento le “ambulabici” sono due e i volontari risultano 120 - coordinati dal presidente della Croce Bianca di Boltiere Mauro Colombo - impegnati regolarmente durante gli eventi organizzati nella zona e le gare sportive.

Un servizio simile su due ruote è già stato offerto in Italia dalla Croce Bianca di Bergamo e quella di Alice Castello e Borgo d’Ale, in provincia di Vercelli. L’idea originale, però, è nata in Inghilterra dove ormai da più di 10 anni è attiva l’iniziativa di pronto soccorso denominata “London Bicycle Ambulance”.

 

CONDIVIDI con: