11 Luglio 2019

Le 7 regole d’oro per fare sogni… d’oro

Con la vita d’oggi, dormire bene è quasi diventato un optional.

Tra stress quotidiano, turni di lavoro e chat fino a notte fonda, oggigiorno la qualità del sonno tende a scendere nella classifica delle nostre priorità, complicando così di fatto la nostra salute senza che ce ne accorgiamo.

Eppure dormire bene è importantissimo. Il riposo notturno, infatti, è un meccanismo naturale che rappresenta per tutti gli organismi viventi un momento fondamentale di pausa e rigenerazione, sia fisica che mentale.

Ecco allora alcune piccole regole da seguire per aiutarti ad addormentarti con maggior facilità e a evitare interruzioni nel corso della notte immediatamente prima di metterti a letto.

1. Rilassa la mente – Spegni tutti i dispositivi elettronici (la luce blu che emettono aumenta il senso di allerta e disturba il sonno) e svuota il cervello. Per agevolare il tutto, gli esperti consigliano di mettere in atto piccole strategie di rilassamento, come la meditazione, la preghiera o l’ascolto di musica.

2. Regola il termometro – La temperatura ottimale della camera è intorno ai 18°C. Una troppo alta (maggiore di 24°C) provoca movimenti continui del corpo durante il sonno e numerosi risvegli.

3. Niente caffeina, alcol o nicotina – Evita nella maniera più assoluta, appena prima di coricarti, l'assunzione di sostanze stimolanti, superalcolici o bevande eccitanti, come il caffè o il tè, possibilmente anche durante tutto l’arco della giornata.

4. Sfrutta le qualità di alcuni cibi – Ciliegie, semi di zucca, latte e yogurt sono alimenti che possono farti cadere tra le braccia di Morfeo, in quanto risultano ricchi di un aminoacido, il triptofano, essenziale per favorire la produzione di sedativi naturali come la serotonina e la melatonina. Anche mangiare leggero la sera contribuisce comunque a un sonno più profondo e sereno.

5. Mantieni certe abitudini – Avere degli orari fissi, svegliarsi la mattina e andare a letto sempre alla stessa ora può essere un valido supporto per non passare le notti in bianco. Tutto questo regolarizza i fabbisogni biologici del corpo, tanto da far sì che alzarsi al mattino potrebbe persino risultare se non agevole, almeno non faticoso.

6. Evita l’esercizio fisico ad alta intensità – Per non affaticarti troppo e permetterti quindi di dormire profondamente, pur non rinunciando allo sport anche dopo il tramonto, è meglio se nelle due ore precedenti il riposo opti per attività sportive leggere e rilassanti. Walking, oppure una pedalata in bicicletta o sulla cyclette sarebbero l'ideale.

7. Dormi il giusto – È vero che il fabbisogno di riposo è una caratteristica personale e che il passaggio dalla veglia al sonno è regolato da una tempistica che cambia da individuo a individuo, ma in media gli adulti hanno bisogno di almeno 7-8 ore a notte.

CONDIVIDI con: