2 Ottobre 2018

La salute vien pedalando: dillo ai nonni!

In occasione della festa dei nonni del 2 ottobre, riscopriamo insieme gli effetti benefici che la bici può riservare, soprattutto ai non più giovanissimi.

“Chi beve birra campa cent’anni” prometteva quasi un secolo fa uno storico slogan, mentre un famosissimo spot televisivo degli anni ’90 recitava addirittura “Una telefonata allunga la vita”.

Da sempre tutti sono alla ricerca del’elisir di lunga vita, del segreto della longevità, del misterioso elemento o sistema che permetta di invecchiare bene; in realtà – maghi, scienziati e pubblicità a parte – un modo per tenere il proprio corpo in perfetta salute, soprattutto per chi è in là con gli anni, esiste già, è molto semplice ed è noto ai più, sebbene forse non sia così sfruttato come ci si aspetterebbe: andare in bici.

È proprio così. Muoversi in sella alle due ruote, infatti, riduce l’incidenza di diversi acciacchi legati all’età quali bronchiti, asma e vene varicose, e al contempo aiuta a prevenire malattie come l’obesità, l’infarto, l’ipertensione, l’astenia muscolare e i disturbi del sonno.

Non è un caso che i ciclisti vantino una migliore salute fisica e psichica rispetto a chi, ad esempio, preferisce spostarsi in automobile. L’utilizzo quotidiano della bici da parte degli anziani contribuisce inoltre a salvaguardare la loro autonomia funzionale, diminuendo il rischio di incorrere nelle classiche patologie dell’invecchiamento.

E ora tutto questo è stato appena confermato da alcune approfondite ricerche universitarie inglesi, secondo le quali chi svolge un’attività sportiva regolare come il ciclismo appare fisicamente più giovane e in forma nei confronti di coloro che prediligono uno stile di vita piuttosto pigro e sedentario.

In base a una serie di studi scientifici, è inoltre emerso che l’età dei soggetti sottoposti ai test non è direttamente correlata alla condizione fisica. L’essere avanti con gli anni non equivale quindi automaticamente a un indebolimento dell’organismo, a condizione che si ci mantenga fisicamente attivi.

Insomma, chi rifugge la sedentarietà optando per una sana pedalata potrebbe anche sfoggiare un fisico da quarantenne, pur avendo appena spento settanta o più candeline. E allora, perché non proporre ai nonni, se già non lo fanno, di inforcare la bici e iniziare a fare una bella passeggiata?

Se cerchi altre news o info sul mondo della bici o desideri semplicemente condividere le tue immagini dedicate alle due ruote, segui la nostra pagina vivi_bici su Instagram e pubblica le tue foto con l’hashtag #ViviBici!

CONDIVIDI con: