30 Ottobre 2019

Interni casa: qual è il tuo stile?

Industriale o boho chic? Eclettico o minimal? CoopVoce passa in rassegna alcuni degli stili più in voga del momento.

Arredare casa è un’operazione che può rivelarsi più complessa del previsto. Tralasciando il fattore economico, scegliere lo stile dei tuoi interni ti costringe a fare i conti con un’incredibile varietà di possibili soluzioni. E, soprattutto, di possibili stili.

Tende, mobili, colori delle pareti, soprammobili e accessori hi-tech: ognuno di questi campi ti pone davanti a scelte estetiche e di prodotto, legate alla tua personalità e alla tua forma mentis. Per fornirti una metaforica bussola, CoopVoce passa in rassegna gli stili più in voga nei cataloghi e nei siti di arredamento degli interni.

Accetta la sfida e scopri quale mood ti appartiene davvero!

  1. Minimal – Prediligere uno stile minimal non significa compiere poche scelte superficiali, davanti a un’enorme pletora di alternative. Anzi, molto spesso “minimal” fa rima con raffinatezza, determinazione ed eleganza. Tinte unite (meglio se chiare), vetro e metallo delineano uno stile che fa dell’essenzialità il suo pregio.
  2. Scandinavo – Anche in questo caso non abbondano decorazioni. Linee morbide, uso materiali naturali e tradizione caratterizzano lo stile scandinavo: il perfetto mix per chi, pur essendo aperto alle novità, ha una personalità forte, decisa e pratica.
  3. IndustrialeSchiettezza e risolutezza si ripropongono anche nello stile industriale, anche se condite da una spiccata passione per elementi di una certa età. Chi ama questo stile non conosce il vocabolo “vecchio”, a cui preferisce i termini “retrò” o “vintage”. Un futurismo post litteram, su misura per personalità dinamiche o perfino eccentriche.
  4. Eclettico – Lo sguardo al passato rimane, senza però una preferenza per un determinato periodo. Nello stile eclettico trovano spazio elementi di epoche diverse, rischiando di trasmettere confusione agli occhi degli inesperti. In realtà, si tratta di un mood perfetto per individualità creative e coraggiose, con una forte vocazione sperimentale. Il mantra è “ognuno ha il proprio sguardo sul mondo, no?”.
  5. Boho chic – Welcome back, hippies! Lo stile boho chic (nomenclatura ancora poco diffusa, estrapolata da “bohèmien”) si basa su una forte tendenza alla libertà di spirito e alla ribellione verso lo status quo. Elementi vintage e mobili artigianali si possono mescolare a tatami, motivi etnici e amache. Piante, colori e oggetti intriganti completano lo stile perfetto per chi odia gli schemi precostituiti.
  6. Shabby chic – Si gioca con gli ossimori: “shabby chic” è la traduzione letterale di “elegantemente trasandato”. Il paradosso si risolve in un arredamento old style, soft, rilassante e dai colori tenui (tonalità pastello). Un imprinting provenzale, con soprammobili e tavolini chiari in metallo o legno, rende l’atmosfera incredibilmente romantica e gioiosa. Insomma, il mood giusto per chi ha il cuore tenero.

CONDIVIDI con: