14 Ottobre 2019

Giocare è una cosa seria

L’importanza del giocattolo nello sviluppo cognitivo e fisico del bimbo.

Giostrine appese sulle culle, sonagli carillon, teneri e soffici pupazzi di stoffa nei lettini e nelle carrozzine: sin dalla nascita i giocattoli entrano a far parte della vita dei bambini. 

L’attività ludica-ricreativa, d’altronde, svolge un ruolo molto importante nello sviluppo infantile. Il gioco consente al bambino non solo di sviluppare le proprie potenzialità intellettiveaffettive relazionali, ma anche di attivare tutti i suoi sensi. Infatti, attraverso quegli stessi giocattoli che tocca, mette in bocca, batte, sente suonare, ripetendo tante volte lo stesso gesto con evidente soddisfazione, il piccolo interagisce con il mondo esterno, divenendo poi con gli anni sempre più indipendente. 

Ma l’esperienza del gioco, soprattutto, oltre a insegnargli ad essere perseverante e ad avere fiducia nelle proprie capacità, permette al bambino di abbandonare, momentaneamente e parzialmente, la realtà e le sue regole per immergersi in un universo di fantasia, nel quale ogni desiderio può trovare spazio e realizzarsi attraverso l’invenzione di storie, situazioni, personaggi.

Non a caso, spesso, anche gli oggetti del quotidiano possono divenire un giocattolo; non è raro difatti che i bambini utilizzino stoviglieutensili della casa, oppure oggetti senza una forma precisa per dare vita ai propri giochi, da soli o con altri bambini. 

Il giocattolo, inoltre, essendo un oggetto significativo che può raccogliere affetti, interesse, energie che prima erano focalizzate solo su una realtà limitata (il proprio corpo e le persone familiari), aiuta il bambino nel processo di separazionedi affermazione di sé come persona distinta dalla mamma, pronto ad esplorare il mondo.

Tra i diversi tipi di giocattoli esistenti, sono presenti quelli di:

- immedesimazione (bambole, supereroi, fatine…)

- abilità psicofisiche (costruzioni, strumenti sonori, puzzle...)

attività fisica (tricicli, automobiline a pedali, pattini...)

- funzionalità (attrezzature sperimentali, mini fai-da-te, mini cucine…)

Per ultimo, è sempre doveroso ricordare che in questa fase del suo sviluppo, il bambino deve avere a disposizione giocattoli sicuri, che non costituiscano cioè alcun tipo di rischio per la sua salute.

Fonte: Issalute.it, febbraio 2018

CONDIVIDI con: