29 Ottobre 2019

Dolori muscolari? Non è colpa dell’acido lattico

Prima di eseguire esercizi di fitness, è meglio informarsi per bene.

Non è mai troppo tardi per indossare scarpe da ginnastica e fare un po’ di moto. L’attività fisica, in effetti, soprattutto se eseguita con regolarità e sotto stretto controllo medico, è un autentico toccasana per la salute e ci aiuta a vivere meglio.

Tuttavia, tantissime persone non hanno le idee molto chiare in merito e tendono ancora a credere a una serie di notizie non del tutto corrette o addirittura scientificamente infondate. Come ad esempio quelle inerenti all’acido lattico. 

Vediamo intanto di che si tratta. È un acido carbossilico che il nostro fisico comincia a produrre quando il metabolismo aerobico, ovvero l’ossigeno presente nel sangue, non è più capace da solo di soddisfare le richieste energetiche dell’organismo.

Molti hanno la convinzione che i dolori muscolari avvertiti nei giorni successivi a un intenso allenamento siano dovuti proprio all’accumulo di acido lattico nei muscoli interessati, ma non è così

In realtà, l’acido lattico prodotto durante uno sforzo muscolare viene rimosso nei minuti successivi alla fine dell’attività o al massimo nel giro di qualche ora. 

I dolori avvertiti nei giorni successivi a un’attività ginnica prolungata sono da ricondursi invece, specie quando non si è abituati, a microlesioni delle fibre muscolari che possono danneggiarsi durante un esercizio fisico importante, soprattutto nell’allungamento che sviluppa tensione e ai processi infiammatori riparativi che ne conseguono.

Questa sensazione dolorosa raggiunge il picco tra le 24-48 ore successive allo sforzo e si risolve entro massimo 96 ore. 

Sono state condotte diverse ricerche per capire come prevenire e trattare questo indolenzimento, ma non ci sono risultati univoci. Sembra, comunque, che il riscaldamento pre-esercizio possa aiutare a prevenire il dolore associato al danno muscolare, preparando il corpo all'allenamento e migliorandone la funzione muscolare.

La durata del riscaldamento necessario può variare notevolmente a seconda dell'attività fisica da svolgere, delle condizioni ambientali e del livello di forma fisica dei soggetti.

L’informazione è tutto, specialmente quando si tratta della tua salute, ricordatelo sempre!

 

Fonte: issalute.it

CONDIVIDI con: