29 Gennaio 2020

Conosci le lampadine smart?

Scopriamo insieme in cosa consiste l'illuminazione intelligente.

Tra le più evidenti innovazioni legate alla domotica vi è senza alcun dubbio l’introduzione delle lampadine smart.

Si tratta di fonti luminose cosiddette intelligenti in grado di accendersi e spegnersi, ma anche di ridurre e aumentare la luminosità, cambiare il colore della luce e creare così diverse e suggestive atmosfere all’interno della nostra abitazione.

Esistono tre diversi modelli di lampadine smart: con bulbi standarda candela spotlight, dette anche a faretto. Rispetto alle classiche a incandescenza, quelle smart – che utilizzano la tecnologia LED – consumano molto meno. Ad esempio, una lampadina intelligente standard da 5.5W ai 9.5W equivale a una a incandescenza da 50-60W.

Attualmente, però, il loro costo è ancora piuttosto elevato: basti pensare che per illuminare una sola stanza, come il salotto, oggi ti sarebbero necessari almeno 250-300 euro… Un po’ troppo, per il momento. Tuttavia è molto probabile che in un prossimo futuro possano diventare sempre più accessibili. 

Ma come funzionano?

Innanzitutto, va detto che per installare una rete di lampadine intelligenti non devi fare grandi stravolgimenti. Ti basta infatti usare l’attuale sistema elettrico di casa. 

Grazie alla connessione Wi-Fi, queste luci potranno essere controllate a distanza tramite un’apposita app disponibile su entrambe le piattaforme Android e iOS. Potrai così impostare la luminosità e il colore a seconda delle tue esigenze, con la possibilità di accendere una luce più forte per la lettura o passare a un’illuminazione più tenue per la cena o per guardare la TV, avendo in più l’opzione di scegliere la nuance di colore che preferisci.

La luce emessa da questi dispositivi è impostabile con 16 milioni di colori e ben 50.000 sfumature di luce bianca. Sicuramente più hot di… cinquanta sfumature di grigio, no?!? Scherzi a parte, puoi di fatto gestire le tonalità in totale libertà, spaziando dal classico fascio di luce bianco sino a un fantasioso effetto “discoteca”. 

Per controllare le lampadine intelligenti puoi eventualmente ricorrere anche agli assistenti virtuali, come AlexaSirio Google Assistant. Tramite questi strumenti, infatti, non dovrai accedere all’app, ma ti basterà impostare dei comandi vocali che consentano di accendere, spegnere o regolare le luci.

E allora… sia fatta la (nuova) luce!

CONDIVIDI con: