26 Luglio 2021

Voglia di dolcezza e di melone: ecco le varietà e come servirlo

Tante idee per servire e mangiare il melone

In estate c’è sempre più voglia di mangiar sano e soprattutto fresco. Tra tutti, il melone, è uno dei frutti più amati. Profumato, fresco e saporito, si adatta a moltissime pietanze, ed è un accostamento perfetto anche negli antipasti. Come scegliere, quindi, un melone buono e come servirlo a tavola? Ecco tutto quello che devi sapere su questo frutto esotico.

 

Come scegliere un buon melone?

Come tutti i frutti, anche il melone deve essere scelto accuratamente. Per non sbagliare proprio nulla ci sono diversi criteri su cui puoi porre l’attenzione. Sono semplici, basterà farci un po’ di abitudine e con il tempo scegliere un buon melone sarà un gioco da ragazzi. I trucchetti sono i seguenti:

  • Buccia: sia che si tratti di un melone retato o del melone giallo, la buccia deve risultare omogenea e integra alla vista. Se presenta tagli o ammaccature, il melone potrebbe essere già vecchio. Per il melone a buccia bianca è essenziale che non ci siano puntini neri affossati, vuol dire che è troppo maturo e non è stato raccolto nel modo corretto.
  • Peduncolo: la parte con la quale il melone era attaccato alla pianta deve potersi staccare facilmente e, la zona in cui era posizionato, deve essere verde brillante.
  • Tatto: prova a premere sulla buccia, se lascia un piccolo ritorno elastico, è indice di una giusta incamerazione e di acqua durante la maturazione.
  • Olfatto: se senti che il frutto sprigiona un dolce profumo vuol dire che è sufficientemente maturo e pronto per essere gustato. Se è eccessivamente zuccheroso è invece in fase di invecchiamento.
  • Peso: a parità di dimensioni, favorisci quello più pesante perché durante la maturazione ha incamerato più acqua.

Scopri le ricariche CoopVoce

 

Ricette con il melone: come offrirlo?

L’estate è sinonimo di alimentazione green, il melone può essere servito a fine pasto semplicemente come frutto, oppure essere sperimentato con ricette semi-salate. Il classico abbinamento da antipasto è quello del prosciutto stagionato con melone fresco, tuttavia, aggiungendo del riso e il prosciutto a cubetti potrete servirlo anche come primo piatto.

Il melone è uno dei frutti che più si adatta alle preparazioni dei dolci. Tra queste ci sono:

  • La torta al melone: simile a una cheesecake la sua preparazione è semplicissima. Il mascarpone si lega perfettamente al melone, con una base ai biscotti d’avena è l’ideale.
  • Tiramisù al melone: come per il tiramisù alle fragole, l’abbinamento con savoiardi, caffè e mascarpone regala un piacere al palato unico.
  • Sbriciolata al melone: una torta ripiena di ricotta fresca, gocce di cioccolato e cubetti di melone. Tienila in frigo qualche ora per un risultato gustoso e croccante.
  • Semifreddo al melone: perfetto sostituto del gelato, il semifreddo non richiede cottura ed è goloso. Ottimo per una cena estiva tra amici.

 

Bevande al melone, quali sono?

Il melone è un frutto versatile anche per preparare ottimi frullati o liquori. Ecco, quindi, qualche idea sulla preparazione:

  • Meloncello: si tratta di un liquore alla crema facilissimo da preparare. Ti occorrerà solo un Melone cantalupo, del latte interno, 700ml di alcol puro e dello zucchero liquido. Il liquore si conserva in frigo per diverso tempo.
  • Frullato di melone: adatto anche ai bambini, ti occorrerà del latte, dello zucchero e dei cubetti di ghiaccio. Frullando tutto insieme otterrai una bevanda buona e rinfrescante.
  • Granita cremosa: da fare anche senza gelatiera può essere una merenda sana e nutriente. La preparazione è uguale a qualsiasi altra granita, ma puoi utilizzare anche la polpa del melone e congelarla per circa 4 ore. Tritandola con il ghiaccio, il risultato sarò buonissimo.

Dopo questa lista non puoi non sperimentare tutte le ricette con il melone! L’estate avrà letteralmente un altro sapore!

CONDIVIDI con: