8 Settembre 2021

Ecco come capire se sei stato hackerato

I consigli più utili per capire se si è vittima di hacking

Capita sempre più spesso di essere vittima degli hacker. Come accorgersi di un attacco in corso sui diversi dispositivi, sulla casella di posta e persino sui social network?

 

Per capire se sei stato hackerato è necessario prestare attenzione ad alcuni campanelli d’allarme che vanno dal funzionamento anomalo del pc o dello smartphone fino ad arrivare alla ricezione di e-mail sospette o all’impossibilità di accedere al proprio profilo su Instagram. Si tratta ormai di situazioni piuttosto frequenti che possono capitare a chiunque: ecco perché è importante essere a conoscenza dell’argomento e sapere come scoprire un hacker per rimediare il prima possibile ai danni provocati dal suo attacco.

 

Come capire se il pc è stato hackerato: i segnali da non trascurare

I computer sono tra i primi dispositivi ad essere colpiti dagli attacchi degli hacker. Fortunatamente l’operato di questi individui non passa inosservato: ci sono infatti una serie di segnali che, se sommati tra loro e ripetuti a distanza di poco tempo, possono essere sintomatici della presenza di una minaccia.

Per esempio, potrebbero comparire dei messaggi di avviso dell’antivirus falsi, in quanto non provengono dall’antivirus attivo sul computer ma da un programma diverso e ciò deve subito destare sospetto. Non bisogna, infatti, mai cliccare sull’avviso e va immediatamente avviata una scansione con il proprio antivirus per identificare la minaccia ed eliminarla. Lo stesso discorso vale per i pop-up sospetti contenenti strani messaggi che parlano di riscatto o riportano informazioni personali: in casi del genere, mai cliccare sul pulsante e controllare subito se l’antivirus è attivo.

Altri segnali che fanno capire che il pc è hackerato sono il reindirizzamento delle ricerche su internet, di cui spesso è difficile accorgersi, e l’installazione di software indesiderati o inaspettati. Anche il mouse che si muove da solo e risponde solo ad alcuni comandi può essere sintomatico della presenza di un hacker nel proprio computer.

 

Gli hacker entrano anche nei telefoni, iPhone compresi

Come capire se un hacker è entrato nel telefono? Ci sono diversi modi per riuscirci ed è importante conoscerli visto che gli smartphone sono sempre più soggetti ad attacchi del genere, anche per via dell’utilizzo massiccio che ne facciamo.

Ai primi posti nella lista dei comportamenti del telefono che devono metterti in guardia, c’è il consumo anomalo della connessione dati. Infatti, nel caso in cui il consumo dei gigabyte sia insolitamente alto e non corrisponda a un utilizzo effettivo, è probabile che a consumarli sia un’applicazione spia installata di nascosto. Anche la ricezione di messaggi da mittenti sconosciuti contenenti simboli o altri caratteri particolari potrebbe essere causata dalla presenza di un’app malevola sullo smartphone. In situazioni del genere anche la batteria potrebbe comportarsi in modo strano, ad esempio scaricandosi molto più in fretta del solito e surriscaldandosi oltre il dovuto.

Ma non è tutto, perché ci sono altre possibili prove di una presenza estranea all’interno del telefono: dispositivo lento, difficoltà di spegnimento, rumori di sottofondo durante le chiamate, riavvii improvvisi e mantenimento dell’attività anche in stand-by. Al pari degli smartphone, anche un iPhone può essere hackerato: per accorgersene bisogna considerare tutti gli aspetti appena visti. In linea di massima, occorre quindi prestare attenzione ai consumi anomali del telefono e al peggioramento improvviso delle sue prestazioni.

 

Come scoprire se l’e-mail è stata hackerata?

Si tratta di uno dei metodi più utilizzati dagli hacker che, attraverso pratiche come il phishing, riescono a rubare anche dati molto sensibili. Solitamente è possibile accorgersi di un attacco di questo tipo nel caso in cui si abbiano problemi ad effettuare il login alla propria casella di posta elettronica, ma anche se compaiono dei messaggi inviati sospetti oppure se arrivano delle e-mail da mittenti sconosciuti con improbabili offerte. Per fortuna i principali servizi mail utilizzati hanno affinato i loro sistemi di sicurezza e avvisano gli utenti quando intercettano accessi da server sconosciuti. L’utente deve però stare attento a non cliccare su link sospetti provenienti da mittenti ignoti, soprattutto nel caso delle e-mail che sembrano provenire dalla propria banca e hanno l’intento di estorcere denaro.

 

È possibile essere hackerati anche su Instagram?

Infine, vediamo come capire se sei stato hackerato su Instagram o su un altro social network. Bisogna ammettere che non è semplice accorgersene ed è un problema che riguarda sempre più utenti attivi sui social. Se non riesci ad accedere al tuo account o sono stati pubblicati sul tuo profilo contenuti anomali significa che qualcuno è riuscito ad hackerare l’account. Niente paura! È possibile accedere alle impostazioni di Instagram e modificare la password di accesso così da impedire che accada di nuovo. Resettare la password e sceglierne una forte è fondamentale per evitare di cadere vittima degli hacker.

 

 

CONDIVIDI con: