13 Agosto 2020

Cibo: occhio alle giuste porzioni

Quanto è corretto mangiare a ogni pasto della giornata?

Per il nostro attuale stile di vita, mangiamo più del necessario. In questa abbondanza alimentare, diventa quindi fondamentale cercare di individuare l’ideale porzione di cibo da assumere.

In base all’indagine sul rapporto tra gli italiani e l’alimentazione condotta dalla società Metrica Ricerche è emerso che l’84,4% degli intervistati dice di fare pasti a orari regolari. E questo, nell’epoca della fretta e del boccone mangiato al volo fuori casa, è sicuramente una buona notizia.

Il 66,4% sostiene di fare tre pasti al giorno, il 17,3 dice di farne solo due e il 15,6 va oltre i tre, evidentemente aggiungendo qualche spuntino.

Il 17,3% che afferma di fare solo due pasti coincide con il 19,3% che, a specifica domanda, dice di saltare spesso la colazione (il restante 80,3% fa colazione tutti i giorni). La diffusa abitudine di iniziare la giornata concedendosi, tutt’al più, un caffè in piedi e nient’altro è ritenuta un errore grave da medici e nutrizionisti.

Già, ma gli italiani sanno quant’è esattamente questo fabbisogno calorico? Diciamo che è con questo pasto sarebbe bene assumere circa il 20% del fabbisogno quotidiano. Gli intervistati, per il 32,9% indicano proprio il 20% come percentuale corretta da assumere. Invece, per un 26,5% la percentuale corretta è il 30%, per un 23,7% il 25% e per un 16,9% il 15%.

Si può quindi dire che un discreto livello di informazione è presente, ma sicuramente il lavoro di comunicazione ed educazione per una corretta alimentazione deve proseguire.

Le cose vanno meglio se si parla di frutta, dove il 69,6% dichiara, correttamente, che le porzioni quotidiane da mangiare siano 3. Nettamente staccate le altre opzioni, con il 15,8% che indica 5 porzioni e il 14,4% per il quale basta una porzione.

Passando alla verdura, il 37% dice 2 porzioni al giorno, contro il 31% che ritiene più giuste 2,5 porzioni (che è la risposta corretta). Il 25,7% arriva a 3 porzioni e il 6,3% a 4. Guardando invece alla pasta, il 54,9% sostiene che basta una porzione al giorno, seguito da il 36,2% che indica 1,5 porzioni (ed è questa la risposta esatta). Forte lo scarto quando si parla di latte (sostanza decisamente fuori moda): per l’83% basta una porzione, mentre invece le porzioni consigliate sono 3 (scelta indicata solo dal 16,3%).

Chiudiamo con la carne (qui le indicazione di consumo sono su base settimanale): per quella rossa il 92,6% dice correttamente che basta 1 porzione a settimana, seguito dal 7,1% che dice 3 porzioni. Anche sulla carne bianca l’89,3% dice, anche qui in modo corretto, che le porzioni da consumare sono 2, seguito dal 9,8%, che ne vorrebbe mangiare 4.

 

Fonte: consumatori.e-coop.it

CONDIVIDI con: