22 Dicembre 2015

Caro Babbo Natale, vorrei una bici

Come scegliere la migliore due-ruote da regalare il 25 dicembre?

Biancheria dalle trame imbarazzanti? Libri del genere odiato? Maglioni di taglie improbabili? Sotto l’Albero di Natale, il rischio di trovare sorprese sgradite è alto. Ogni anno però, tra i cadeaux più desiderati rimane la bicicletta.

Un regalo impegnativo, perché per acquistarlo sono spesso necessari i consigli di un commesso o di un esperto. Le possibilità di scelta tra diversi modelli è, infatti, pressoché infinita. Ecco dunque la principali categorie di riferimento per una prima scrematura.

L’alternativa più abbordabile è senza alcun dubbio la city-bike. Costi non esagerati, posizione di guida comoda ed estrema flessibilità nei dettagli ne fanno una bici fortemente personalizzabile. Nel caso il destinatario ne volesse fare un uso frequente, si consiglia di fare attenzione alla presenza di un carter per proteggere i vestiti dalla catena.

La seconda chance è puntare su una mountain bike. Coperture tassellate, rapporti corti, sospensioni (solo all’anteriori o su entrambe le ruote): l’assetto è calibrato per terreni accidentati o sterrati, ma non mancano versioni più light adatte anche alla dimensione urbana.

Rimanendo in ambito sportivo, ci si può informare per una bici da corsa, adatta a chi cerca le velocità massime. Rapporti lunghi, copertoni lisci e posizione di guida sbilanciata verso il manubrio regalano il migliore pacchetto aerodinamico. Ma è meglio fare attenzione: per un cicloamatore il proprio mezzo è sacro e dunque la scelta va ponderata con cautela.

Tornando alle medie velocità, si può anche optare per una bike da cicloturismo. L’ideale per lunghe pedalate, gode di tutti i maggiori comfort: sellino morbido in gel, manubrio a farfalla (per agganciare smartphone, ciclo computer, ecc.), parafanghi e almeno due portaborracce. Oltre alla predisposizione per trasportare una discreta quantità di borse e bagagli.

L’esatto opposto, insomma, di una bici pieghevole. Dimensioni e gadget ridotti al minimo, ruote più piccole degli standard e perfetta da caricare sui mezzi pubblici, per poi muoversi per brevi tratti una volta giunti in città.

Le ultime tendenze, infine, vedono in ascesa la richiesta di ebike (elettriche) e di bike a scatto fisso.

Regalare la giusta bicicletta può essere, quindi, un affare complesso. Per una corretta decisione, meglio concentrarsi sulle esigenze di chi si vuol far felice con questa sorpresa. Babbo Natale non ama tornare per i cambi-prodotto.

CONDIVIDI con: