13 Gennaio 2021

Bicicletta in inverno: 4 accorgimenti da non dimenticare

Come andare in bici in inverno nonostante il freddo grazie al giusto equipaggiamento. 

Vento, pioggia e basse temperature rendono l’utilizzo della bicicletta spesso difficile, ma non impossibile. Scopriamo come sfruttare le due ruote anche in inverno. 

 

Pedalare all’aperto, in mezzo alla natura o anche in cittàfa bene all’umore e anche alla salute. Capita però che molti abbandonino la bici in garage per l’intera durata dell’inverno, un po' per il timore di prendersi un raffreddore piuttosto che per la paura di scivolare sull’asfalto umido o ghiacciato. 

Pioggia, vento e freddo non devono scoraggiare poiché andare in bicicletta d’inverno è un’esperienza adrenalinica e mozzafiato; basta solo avere il giusto equipaggiamento! 

 

Andare in bicicletta in inverno: i benefici 

Nonostante quello che si possa pensare, andare in bicicletta d’inverno non comporta necessariamente acciacchi o raffreddori, ovviamente a patto che il ciclista indossi capi tecnici adeguati in grado di mantenere caldo e asciutto il corpo.  

Lbasse temperature sono in grado di scatenare una vera e propria trasformazione nel sistema immunitario, migliorandolo e rafforzandolo. L’organismo umano è infatti in grado di adattarsi a condizioni rigide che permettono al sistema immunitario di rinvigorirsi, cosa che invece non accade quando ci si ritrova in ambienti troppo caldi non svolgendo alcuna attività fisica 

Non solo benefici per il corpo: andare in bicicletta in inverno è un’esperienza unica, sia per gli amanti della natura che per gli amanti del ciclismo. La riduzione del traffico in sentieri di città e montagna favorisce l’esplorazione di nuovi itinerari in bici, magari più difficili da praticare quando le strade sono affollate Pioggia, rugiada e vegetazione ghiacciata rendono inoltre il paesaggio meraviglioso. 

La prima regola, comunque, usare la bici in inverno è assicurarsi di mantenere il corpo al caldo e all’asciutto grazie a un abbigliamento invernale per biciclettaÈ inoltre indispensabile dotare il proprio mezzo a due ruote del giusto equipaggiamento.  

Cosa serve per andare in bicicletta d’inverno 

Copertoni invernali 

Durante la stagione invernale capiterà di ritrovarsi a pedalare su un asfalto ghiacciato, umido o ricoperto di neve. Per questa particolare condizione della strada vi sono tre tipologie di gomme, pensate per la performance della bicicletta e per la sicurezza del ciclista 

 

  • Gomme chiodate che assicurano una maggiore aderenza al terreno e stabilità. Sono ideali per pedalare su strade ghiacciate e ricoperte di neve, ancora meglio se compatta, più larghe esse saranno e maggiore sarà la possibilità di solcare la neve senza slittare.
  • Copertoni con mescola invernale da utilizzare su superfici ripulite da ghiaccio e neve ma ancora scivolose. Questa tipologia di gomme ha maggiore aderenza e scivola con più attrito sul selciato I ciclisti che pedalano in inverno in città potranno optare per copertoni con mescola invernale dalla resistenza maggiore, caratteristica che li rende meno soggetti a forature. 
  • Gomme normali ma pensate ad hoc per l'esigenza. In quelle zone del Bel Paese in cui l’inverno è particolarmente mite, la bicicletta non necessita per forza di gomme chiodate o a mescola invernale. È importante però controllare lo stato di usura per assicurare aderenza al terreno.  
  • I copertoni da ciclocross sono perfetti per coloro che si muovono su strade bagnate mentre, nel caso di una mountain bike, le gomme semislick andrebbero sostituite con altre più aderenti. 

Parafanghi 

Se in estate la bicicletta non ne è dotata, il consiglio è quello di applicare parafanghi in inverno. Proteggere la bici da fango e acqua, evitando così che la vernice si rovini e il telaio si arrugginisca, è un’ottima idea per preservare il proprio mezzo a due ruote oltre che evitare di sporcarsi. In base al tipo di bicicletta potranno essere individuati parafanghi appositi: parafanghi con fissaggio a vite, con fissaggio a clip oppure parafanghi rimovibili. 

Preservare il telaio  

Il telaio, sia esso in carbonio che in acciaio, è la parte che maggiormente risente delle intemperie tipiche invernali. Prendersene cura è importante affinché non arrugginisca o non si usuri prima del tempo: in officina si possono trovare numerosi prodotti a base siliconica, o anche silicone spray, utili per questa esigenza. Spruzzando, sulla bicicletta asciutta e pulita, il prodotto e distendendolo con un panno, si formerà sul telaio una patina lucida di silicone che impedirà ad acqua e fango di agire. 

Luci e catarifrangenti  

Specialmente in inverno, quando le giornate si accorciano e diventa buio presto, è importante assicurarsi che i faretti e i catarifrangenti della bicicletta siano funzionanti. La luce anteriore dovrà essere bianca, o gialla, mentre quella posteriore sarà rossa. I catarifrangenti posteriori avranno, anch’essi, il colore rosso e quelli sui pedali saranno gialli. 

Per trasportare i bambini in bicicletta in inverno quando ancora fa buio ma le strade sono illuminate da lampioni e altre luci artificiali, sarà sufficiente un faretto d50 lumen. Qualora invece il percorso non fosse abbastanza illuminato, il consiglio è quello di optare per faretti tra i 50 e i 100 lumen. 

Per i ciclisti più avventurosi che si addentrano in inverno nei boschi e in sentieri di montagna più impervi, il consiglio èinvece quello di acquistare faretti la cui potenza superi i 100 lumen. 

Ora che sei pronto ad affrontare pioggia, vento e neve, scopri come funziona Vivibici di CoopVoce guadagna giga pedalando anche in inverno! 

CONDIVIDI con: