30 Gennaio 2020

È l’Anno della Salute delle Piante

Un'occasione per sottolineare l’importanza del verde per il Pianeta.

Il 2 dicembre scorso il Fao, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l’Agricoltura, ha proclamato il 2020 Anno Internazionale della Salute delle Piante.

Le piante, si sa, forniscono l’80% del cibo che consumiamo, mitigano il clima, riducono l’inquinamento. E producono inoltre ossigeno, favoriscono la biodiversità, contrastano il dissesto idrogeologico e, non ultimo, rendono più belle le città. 

Tuttavia, il cambiamento climatico e le attività umane stanno alterando gli ecosistemi, riducendo la biodiversità e creando condizioni ideali per lo sviluppo di agenti patogeni in aree che, essendone in precedenza prive, non sono preparate ad affrontarli.

Allo stesso tempo, nell’ultimo decennio il volume dei viaggi e del commercio internazionale è triplicato e così, di conseguenza, è aumentato il rischio della rapida diffusione di malattie infettive in tutto il mondo, causando gravi danni alle piante autoctone e all'ambiente.

Ogni anno fino al 40% delle coltivazioni mondiali viene distrutto da malattie e parassiti, con conseguenti perdite commerciali di oltre 220 miliardi di dollari, milioni di persone ridotte alla fame e gravissimi danni all’agricoltura, la principale fonte di reddito per le comunità rurali più povere.

Ecco perché, dunque, le politiche e gli interventi per promuovere la salute delle piante sono fondamentali per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

Obiettivi che, per questo Anno della Salute delle Piante, sono:

1. sensibilizzare l'opinione pubblica sul principio che proteggere la salute delle piante può aiutare a porre fine alla fame, ridurre la povertà, tutelare l’ambiente e dare impulso allo sviluppo economico

2. evidenziare gli effetti della salute delle piante sulla sicurezza alimentare e sulle funzioni degli ecosistemi

3. condividere le migliori pratiche su come mantenere le piante in buona salute proteggendo al tempo stesso il nostro habitat.

«Proprio come accade per la salute degli altri viventi, anche in campo vegetale prevenire le malattie è più efficace che curarle», ha sottolineato Qu Dongyu, direttore generale della Fao.

Una volta che l'infestazione si è stabilita, infatti, eradicarla può risultare molto difficile. Proteggere le piante da malattie e parassiti, oltretutto, è molto più economico che affrontare le emergenze fitosanitarie

Lunga vita alle piante, quindi!

 

Fonte: fao.org

CONDIVIDI con: