6 Novembre 2020

Dalle app per studiare fino alle app per bloccare le altre app: come concentrarsi a casa

App per studiare e aiutare la concentrazione da casa

Studiare da casa non è sempre facile, soprattutto se lo smartphone è appoggiato sulla scrivania. In soccorso di tutti gli studenti arrivano le app per bloccare app e quelle per facilitare la memorizzazione.   

 

Lo smartphone è diventato, ormai, l’amico a cui non si può rinunciare. Tra sveglia, appuntamenti segnati in calendario, app di messaggistica e di posta elettronica il cellulare ci accompagna durante l’intero arco della giornata.  

All’interno degli app store, oggi è possibile trovare di tutto, app per monitorare il sonnodi gaming, di intrattenimento: tra queste, sapendo bene cosa cercare, gli studenti possono anche scoprire utili applicazioni che possono essere un supporto fondamentale per lo studio, anche quando si tratta di scuola a distanza. 

 

App per la concentrazione 

 

  • Relax Melodies Premium  

È un app ideale sia per la concentrazione che per favorire il rilassamentoRelax Melodies Premium crea il giusto ambiente utilizzando suoni ripetitivi e soft quali, ad esempio, il rumore della pioggia, lo scrosciare dell’acqua, il canto pacato degli uccelli ecc. 

Oltre a questi vi è anche l’impiego di rumori bianchi in grado di aiutare lo studente isolarsi dal contesto. Infatti, quando il cervello umano ascolta un suono ripetitivo, si abitua e poi ignora lo stimolo. 

 

  • Forest 

App che era stata progettata con l’intento di aiutare le persone “dipendenti da smartphone, si è diffusa tra gli studenti che la usano in occasione di intensi pomeriggi di studio, grazie anche al sapiente utilizzo della gamification. Forest permette di impostare un timer per identificare il lasso di tempo in cui non si vogliono interruzioni: si tratta di un’app che blocca le app perché, una volta impostato il timer (da 10 fino a 120 minuti), non è più possibile uscire. 

Forest dona anche all’utente un seme virtuale, che cresce al trascorrere del tempo trascorso studiando: più si studia senza uscire da Forest e più la piantina crescerà e l’utente guadagnerà punti. E se lo studente volesse barare, uscendo dalla app prima che il timer suoni? Forest interverrebbe con un piccolo ricatto emotivo, facendo morire la piantina! Splendida metafora della concentrazione perduta. 

 

App per la memorizzazione 

 

  • Anki 

Negli Stati Uniti è molto diffuso il sistema di memorizzazione tramite flashcardsfogliettini sui quali si scrive una domanda, da un lato, e la risposta, dall’altroAnki utilizza proprio questa modalità di memorizzazione facendo tesoro della teoria dello “spacing effect, per cui la memoria a lungo termine è rafforzata quando un concetto è ripetuto in diversi e dilazionati momenti di tempo piuttosto che in una sola seduta. Questo significa che per apprendere meglio un argomento è bene ripassarlo nel corso di diversi giorni o settimane e non concentrare tutto lo studio nel pomeriggio prima dell’interrogazione. Anki, quindi, si basa sulla ripetizione, nel tempo, di flashcardsinoltre, l’app ricorda allo studente dove si è interrotto il ripasso nella sessione precedente e permette di sincronizzare le cards su altri dispositivi di modo tale da rendere lo studio più agevole. 

 

  • Memrise 

Anche Memrise, così come Anki, utilizza la tecnica della ripetizione dilazionata per cui la memorizzazione avviene nel lungo termine grazie, sempre, all’utilizzo delle cards.  
Questa è sicuramente tra le app preferite per 
studiare una lingua online: ad oggi Memrise permette di imparare 16 lingue e, ad ogni sessione, presenta vocaboliforme verbali e modi di dire presentati precedentemente per accertarsi che l’utente li apprenda correttamente. 

Oltre alle lingue, la app presenta altri topic utili per allenare la propria memoria e allargare il proprio bagaglio di conoscenze. 

 

App per pianificare e gestire il tempo 

 

  • iStudez Pro 

App apprezzata per la pianificazione la gestione degli impegni scolasticiiStudez Pro mette a disposizione strumenti che permettono di gestire gli aspetti della vita in relazione agli impegni scolastici (dalle scuole elementari fino all’università). All’interno dell’app, gli studenti possono inserire tutte le materie o i progetti che stanno seguendo, dando loro priorità. 

Inoltre, l’app è in grado di dividere i corsi memorizzando anche gli orari delle lezioni, il contatto del prof e degli assistenti e i relativi compiti assegnati. Gli impegni verranno inseriti direttamente su un calendar dedicato e i dati potranno essere poi sincronizzati su tutti gli atri device dell’utente, di modo tale da non dimenticare nemmeno una deadline. Tra le funzioni si trova anche quella che aiuta i genitori che vogliono supportare i figli nella gestione degli impegni. 

 

  • Simplemind Pro+ 

App per creare mappe mentali e condividerle con i propri compagniè utile per fare brainstorming o presentare un’idea, prestandosi anche a un utilizzo legato allo smart working per chi ha la necessità di lavorare in team. Simplemind Pro+ è inoltre l’ideale per pianificare i passaggi operativi di un progetto e le conseguenti fasi temporali. 

 

App per bloccare le app 

Tra una controllatina ai social e un messaggiodistrarsi utilizzando lo smartphone è molto facile. Per questa ragione sono state inventate app in grado di bloccarne altre, anche per evitare di essere interrotti dal continuo arrivo di notifiche. Un esempio è Forest che, come già detto, oltre ad aiutare la concentrazione può essere utilizzata da chi volesse “disintossicarsi” dal cellulare per qualche ora. 

Quali sono le altrapp che consentono di metterne altre in muto? 

 

  • Siempo 

Direttamente dall’homepage è possibile vedere e selezionare le app che si desidera silenziare per un determinato periodo di tempo. Inoltre, Siempo, ad oggi disponibile solo in versione Android, mette a disposizione dell’utente un blocknotes, la macchina fotografica e le mappe.  

 

  • OFFtime 

OFFtime è disponibile sia per iOS che per Android e, dopo la compilazione di un breve questionario che domanda all’utente la ragione per cui ha scaricato l’app, consente di silenziare le app e di mettere in muto SMS e chiamate. 

 

  • Space 

Questa app è a pagamento (3,19 euro) ma vale la pena di scaricarla! Space consente di impostare il tempo in cui non si vuole utilizzare il cellulare e, se l’utente sarà in grado di rispettarlo, ecco allora che potrà costruire una tenera famiglia aliena e presentarla agli amici, condividendo anche con loro i risultati. 

 

Mettiti quindi seduto comodo alla scrivania e, per studiare al meglio, assicurati scaricare una di queste app! 

 

CONDIVIDI con: