10 Aprile 2020

7 curiosità sulla Pasqua

Dall’etimologia all’uovo di cioccolato più grande del mondo: tante informazioni su una delle feste più amate.

“Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”, recita il detto. Ma poiché quest’anno non sarà facile prendere il largo, né dedicarsi alle solite trasferte culturali o mangerecce, si può approfittare del tempo libero per approfondire il significato di questa festa

Qui puoi trovare 7 curiosità che possono aprirti una nuova visione della Pasqua e di alcune tradizioni che la riguardano.

1. Perché la data cambia ogni anno? Perché la Pasqua cristiana segue il calendario lunare e, secondo una regola stabilita dal Concilio di Nicea del 325, si celebra la domenica successiva alla prima luna piena dopo l’equinozio di primavera. Per questo non può mai cadere prima del 22 marzo né dopo il 25 aprile.

2. Qual è l’etimologia di Pasqua? La parola deriva dell’ebraico Pesach (passaggio) e nella Pasqua Ebraica indica il passaggio di Mosè dal Mar Rosso mentre in quella cristiana si riferisce alla transizione di Gesù dalla morte alla vita. 

3. Da dove arriva il coniglio pasquale? Dalla divinità germanica Eostre (chiamata anche Ostara o Eastre), che presiedeva alla rinascita della natura e della vita. Da Eostre, cui era sacra la lepre, deriva il nome anglosassone della Pasqua, Easter, e la tradizione del coniglio che consegna (o meglio, nasconde!) le uova, simbolo di rinascita.

4. L’uovo di cioccolato. Se il simbolo dell’uovo come principio di vita e rinnovamento è molto antico, così come la consuetudine di regalare uova (se ne trovano tracce nelle civiltà egizie, greche, galliche, persiane e romane), la tradizione dell’uovo di cioccolato è invece recente: il primo fu prodotto in Inghilterra nel 1873 dalla J. S. Fry & Sons di Bristol. Se però siete alla ricerca di un’idea regalo più originale, potete sempre puntare ad altro.

5. Uovo di Pasqua da Guinness. Il primato dell’uovo di cioccolato più grande del mondo va… all’Italia! Prodotto nel 2011 dall’azienda cremonese Tosca, misurava 10,39 metri, con una circonferenza massima di oltre 19 metri e un peso di 7.200 chili. Il precedente record, del 2005, apparteneva alla belga Guylian.

6. Pisanka. L’arte di decorare le uova. In passato era tradizione tingere le uova di rosso, colore associato alla Passione di Cristo, ma con il trascorrere del tempo sono stati introdotti anche altri colori. In Ucraina è una vera e propria forma d’arte (Pisanka) suddivisa in correnti e stili.

7. La colomba. È il dolce tipico della tradizione italiana e la sua nascita ufficiale si colloca a Milano negli anni ’30 del ’900. L’intuizione è di Dino Villani, il direttore della pubblicità della Motta, che propose di riutilizzare anche nei mesi successivi i macchinari e gli ingredienti del panettone natalizio. Nasceva così la colomba, simile al panettone, ma con una variante: uno strato superficiale di mandorle e zucchero.

CONDIVIDI con: