7 Gennaio 2021

6 App contro lo spreco alimentare: quando la tecnologia aiuta a mangiare sostenibile

Mangiare green: app contro lo spreco alimentare

Le app contro lo spreco alimentare aiutano la fantasia di chi non sa cosa cucinare con ciò che rimane in frigo e chi desidera mangiare salutare risparmiando.  

 

Le feste natalizie volgono ormai al termine e con loro anche le giornate dedicate a grandi pranzi e dolci di stagione. Vigilia, Natale, Santo Stefano e Capodanno sono, da tradizione, momenti di celebrazione e gioia in cui, molto spesso, si tende a farsi prendere dall’entusiasmo e acquistare maggiori quantità di cibo rispetto a quello che, effettivamente, si consuma. 

Ogni Natale il cibo sprecato dagli italiani è di oltre 500.000 tonnellate, circa il 5% di quello acquistato da ogni famiglia che corrisponde a una spesa di 80 euro. Oltre al danno economico, ad ogni modo, lo spreco di cibo ha anche importanti conseguenze ambientali: lo smaltimento di ciascuna tonnellata di rifiuti alimentari produce, infatti, circa 4,2 tonnellate di CO. 

Esistono però vari metodi e stratagemmi per evitare di gettare via il cibo: dall’imparare a preservare e conservare al meglio le pietanze finricette “svuota frigo”. Proprio per ovviare a questo problema sono nate anche alcune app che si pongono come obiettivo quello di lottare contro lo spreco alimentare. Ecco di cosa si tratta! 

 

App contro sprechi alimentari: risparmiare aiutando il pianeta 

Ottima qualità e sapore gustoso non sempre sono sufficienti ai prodotti per essere venduti. Un piccolo difetto estetico, un’eccedenza o una vicina scadenza impediscono spesso, infatti, alle realtà commerciali di vendere i propri prodotti. Buttare pietanze e prodotti alimentari, però, sarebbe un peccato ed ecco che nascono così app contro gli sprechi che aiutano gli utenti a trovare negozi e alimentari che vendono cibo a prezzi ridotti così da non doverlo buttare. 

Too good to go 

Si tratta di una delle app per evitare sprechi alimentari più conosciuteToo good to go ha mobilitato, ad oggi, 2,1 milioni di italiani, salvando un milione e mezzo di pasti dal cestino dell’umido. 

Come funziona? L’utente deve scaricare l’app contro gli sprechi e registrarsi così da vedere, grazie a una mappa del luogo in cui vive, quali sono quei negozi, bar, bistrò, supermercati e ristoranti che collaborano con Too good to go mettendo le rimanenze della giornata in vendita a un prezzo inferiore. Attraverso l’app è quindi possibile prenotare la propria magic box”, per scoprire dopo il ritiro le prelibatezze che racchiude. 

Too good to go è ideale per tutti coloro che hanno a cuore l’ambiente e amano scoprire e sperimentare cibi nuovi e, ogni giorno, diversi! 

My Foody 

Lo scopo di My Foody è quello di diminuire lo spreco di cibo e fare sì che i supermercati non vengano più visti come luogo di spreco: attraverso l’app è infatti possibile scoprire i prodotti in scadenza e scontati nei supermercati più vicini e salvare i supermercati preferiti. 

Anche Coop fa parte del network di My Foody egrazie a questa app sostenibile, è possibile selezionare il supermercato Coop a più vicino ma anche scegliere i prodotti che altrimenti andrebbero presto scartati in quanto prossimi alla scadenza, esteticamente meno belli o leggermente rovinati. Una volta acquistati i prodotti online a un prezzo vantaggioso e scontato, bisogna solo recarsi al punto vendita per ritirarli.

ThinkAbout 

ThinkAbout è un’app anti spreco di cibo che mette in comunicazione i produttori di cibo con aziende che vogliono avvicinare i propri lavoratori a uno stile di vita più green e salutare. Grazie a questa app, i produttori hanno l’opportunità di comunicare, settimanalmente, quali cibi, comunque adatti al consumo, non possono essere messi in vendita per questioni legate, ad esempio, all’esteticaI dipendenti dell’azienda potranno così acquistare i prodotti e riceverli direttamente in azienda oppure a casa in soli 2 giorni. 

ThinkAbout non è soltanto in grado di ridurre gli sprechi alimentari, ma si fa portavoce di una filosofia e un’alimentazione sostenibile riducendo anche le emissioni di COla spesa viene consegnata in un’unica grande trance a tutti i lavoratori dell’azienda! 

App per non sprecare cibo creando ricette golose con ciò che rimane in frigo 

UBO – Una buona occasione 

Ubo è un’app per evitare gli sprechi alimentati, pensata per fare durare il più a lungo possibile i prodotti acquistati. L’app mette infatti a disposizione notizie, suggerimenti, informazioni nutrizionali e ricette relative 500 alimentiUBO è perfetta per chi vuole sapere come fare durare più a lungo frutta e verdura, sia essa cotta che cruda, come cucinare gli ultimi due peperoni relegati nell’angolo più remoto del frigo e quale frutto di stagione acquistare a seconda dei valori nutrizionali che si ricercano. 

Eco dal frigo 

App che stimola la fantasia dell’utente e lo aiuta a creare qualcosa di sfizioso da ciò che è rimasto nel frigorifero. Come? È possibile selezionare proprio quell’ingrediente che si desidera utilizzare e dare così vita a una ricetta che, magari, non è mai stata cucinata prima. 

App per evitare sprechi alimentari aiutando il prossimo

Bring the food 

Quest’app è stata pensata per evitare gli sprechi alimentari, dando così al cibo una seconda vita, aiutando al tempo stesso tutti quegli enti caritativi che si occupano di persone in difficoltà. Postando sulla piattaforma il cibo che si desidera donare si potrà essere contattati da associazioni e enti no profit in grado di poterlo dare a chi ne ha bisogno. Una volta stabilito il contatto non vi sarà più bisogno di fare nulla perché a ritirare il cibo sarà proprio Bring the food! 

 

La tecnologia si dimostra essere amica della solidarietà che è sempre più a portata di smartphone. Scopri come aiutare gli altri grazie agli sms solidali di CoopVoce. 

 

 

CONDIVIDI con: