7 Dicembre 2018

Bimbi e tablet: piccoli consigli per la loro sicurezza

La generazione touch è ormai sempre più immersa nelle nuove tecnologie, che rappresentano uno strumento affascinante e stimolante.

Hai figli piccoli? Allora sai che il fascino per i dispositivi mobili inizia molto presto. E sai che altrettanto presto ti si presenterà la prima, fondamentale domanda: qual è l’età giusta per possedere un proprio tablet?

I bambini dell’ultima generazione sono ormai nativi digitali e non stupisce il fatto che, in cima alla lista dei desideri della maggior parte di loro, spuntino anche questo Natale prodotti legati all’informatica e all’elettronica, e quasi sempre dotati di sistema touchscreen.

A conferma di ciò, secondo alcuni recenti studi pediatrici, il 38% dei bambini italiani sotto i due anni ha già utilizzato un dispositivo mobile per giocare o guardare video, e a otto anni il 72% maneggia abitualmente smartphone e tablet dei genitori.

Va comunque ricordato che – non trattandosi di un giocattolo, bensì di un computer educativo il cui uso prevede regole e limiti – sarebbe bene evitare l’uso del tablet se si hanno bambini al di sotto dei 2 anni.

Nell’universo sconfinato dei dispositivi touchscreen disponibili non è però sempre facile muoversi e scegliere qualcosa che sia adatto ai bambini. La scelta, infatti, dipende da numerosi fattori. Oltre alla presenza del tuo controllo che diamo per scontata, quelli che dovrai tenere ben a mente sono principalmente tre:

1. robustezza dell’hardware (i bimbi si muovono spesso e il dispositivo prenderà senz'altro delle belle cadute)

2. presenza di applicazioni educative adeguate all’età del tuo piccolo

3. facilità d'uso dell’interfaccia

Accertati infine che il display funzioni correttamente, che sia esente da sfarfallio o problemi analoghi legati alla retroilluminazione dello schermo, e stabilisci dei limiti temporali in base all’età del tuo bimbo. Dai 2 ai 3 anni tra 5 e 10 minuti al massimo al giorno, dai 3 ai 5 anni tra 5 e 20 minuti massimo al giorno, mentre a partire dai 9 anni è opportuno introdurre un limite orario settimanale.

Un’ultima cosa: configura il tablet in base all’età del tuo bambino e utilizza i filtri contenuti per il controllo parentale.

CONDIVIDI con: