14 Novembre 2019

Bici da corsa: qual è la postura corretta?

I consigli per evitare di incorrere in dolori fisici e fare meno fatica.

Per una pedalata efficiente bisogna essere posizionati al meglio sulla bicicletta da corsa.

Una volta scelta la tipologia di telaio, nonché la taglia ideale per te, sarà dunque necessario effettuare alcune piccole regolazioni sulla bicicletta per trovare una posizione che ti consenta il giusto equilibrio tra comfort e performance.

1. Altezza sella – Esiste un metodo empirico, ma molto funzionale per valutare la correttezza di questo parametro molto importante, poiché permette alle gambe di sprigionare più potenza possibile: mettiti seduto sulla sella senza agganciare i pedali e distendi le gambe verso terra; se le punte dei piedi sfiorano il pavimento, la posizione è molto vicina a quella ottimale. 

2. Arretramento sella – Se non sei un ciclista esperto, avrai bisogno dell’aiuto di un professionista in quanto l’arretramento della sella va misurato grazie all’uso di un filo a piombo. Ricorda che una sella molto avanzata permette di imprimere più forza sui pedali, ma al contempo provoca un notevole aumento delle forze esercitate sulla rotula e dunque accresce il rischio di infortuni. Viceversa, una sella molto arretrata riduce il carico sull’articolazione del ginocchio, ma è meno redditizia in termini di espressione di forza sui pedali.

3. Distensione – Si riferisce all’allungamento di schiena e braccia per raggiungere il manubrio e i freni, ed è influenzato dalle regolazioni di altezza e arretramento della sella. Una distensione dal valore troppo basso o alto può sovraccaricarti la schiena e causare dolori e respirazione scorretta durante la pedalata.

4. Rapporto piede/pedale – Devi assicurarti un corretto punto di appoggio della pianta del piede sul pedale mentre pedali. Pedalare di punta o con il tallone è scorretto e può provocarti infiammazioni muscolari o ossee, oltre a disperdere la forza della pedalata. Arrivi a un corretto appoggio sul pedale quando riesci a fare una pedalata fluida, ossia una spinta continua sul pedale.

5. Differenza sella/manubrio – Regola la distanza tra l’appoggio del bacino sulla sella e le mani sul manubrio al fine di evitarti formicolii a mani e polsi. Poi piega leggermente le braccia e afferra il manubrio con tutta la mano, senza stringerlo troppo, e metti le mani a un angolo di circa 10°. In questo modo, permetterai alle articolazioni e ai muscoli delle braccia di attutire i colpi sulla spina dorsale.

Se sei interessato ad altre news o info sul mondo della bici, oppure desideri semplicemente condividere le tue immagini dedicate alle due ruote, ti invitiamo a seguire la nostra pagina vivi_bici su Instagram e a pubblicare le tue foto con l’hashtag #ViviBici!

CONDIVIDI con: