6 Agosto 2018

Auto a portata di smartphone

La tecnologia a bordo è in costante evoluzione.

Social network, posta elettronica, chiamate e messaggi. Con le mani ben salde sul volante si può ormai sfruttare quasi ogni funzione del proprio smartphone. Tenendo però lo schermo lontano dagli occhi e, così, evitando di provocar danni con la propria guida. No, non stiamo parlando di operazioni di telepatia da cabaret. Ormai, i sistemi multimediali per conducenti e passeggeri sono hardware dalle capacità sorprendenti.

L’integrazione, o sincronizzazione, dello smartphone con l’auto avviene generalmente tramite CarPlay per iPhone e Android Auto per device che utilizzano un sistema operativo Google. Ovviamente, alle potenzialità del telefono vanno spesso aggiunte quelle dei software elaborati dalle case automobilistiche per l’infotainment.

Le app più utilizzate a bordo, secondo i più recenti studi, si confermano il navigatore e i software per l’invio di messaggi di testo o per l’ascolto di brani musicali. Ma esistono perfino smartphone in grado di sostituirsi alle chiavi dell’auto, creare una rete WiFi sulla vettura tramite hotspot, individuare il parcheggio disponibile o la stazione di servizio più vicini. Infine, si può anche connettere un etilometro portatile al cellulare per misurare il tasso alcolemico e capire se sia il caso di accendere l’auto o meno.

Insomma, stiamo assistendo a un’evoluzione ancora in atto, che ogni giorno offre nuove possibilità di connessione. Le prospettive future proposte dalla società di ricerche di mercato Gartner ne danno conferma: entro il 2020, nel mondo ci saranno oltre 250 milioni connected cars.

CONDIVIDI con: